sabato 19 marzo 2016

Il Patriarca Bartolomeo parla del Concilio Pan-Ortodosso

Il sito de La Stampa ha diffuso in inglese un comunicato di S.S. il patriarca ecumenico Bartolomeo, nel quale egli dice: "senza le decisioni sinodali non è possibile stabilire quale sia l'eresia e quale l'ortodossia".  Mi sono permesso di estromettere gli ultimi due paragrafi conclusivi, che sostanzialmente non aggiungono nulla al resto del testo

Il rimedio della verità contro la menzogna - scrive il patriarca - è ciò che l'Ortodossia ha sempre inseguito per tutto il corso della sua Storia, e non è mai stato nient'altro che la collegialità. Discernere fra la Verità e la Menzogna, fra retta fede ed eresia, non sempre è facile. Anche gli eretici credono, e credono di seguire la verità. e ci sarà sempre qualcuno che non aderirà al loro  punto di vista e che verrà chiamato "eretico". La Chiesa Ortodossa riconosce un unico agente di autenticità: il Sinodo dei suoi vescovi canonici. 


Il patriarca ecumenico Bartolomeo 

Così continua il patriarca: senza una decisione attraverso un Sinodo, è impossibile comprendere la differenza fra ciò che è ortodosso e ciò che eretico. Tutti i dogmi della Chiesa e i suoi canoni provengono da una esperienza collegiale. L'Ortodossia è la Chiesa della collegialità. La Chiesa Ortodossa sempre ha enfatizzato questo principio e lo ha applicato localmente. Questa è stata la via per molti secoli e lo sarà anche per il Sinodo Pan-Ortodosso, bloccato per colpa di alcune circostanze.

Con queste parole, pare che il patriarca di Costantinopoli abbia tentato di dare una risposta a quelle frange di estremisti ortodossi che vorrebbero applicare al cattolicesimo e ai protestanti l'epiteto di "eretici". Altrimenti, potrebbe essere una risposta al documento del 2014 scritto dalla Chiesa Ortodossa Russa nel quale si esponeva il primato papale del primo millennio quale "onorifico" e "di ordine umano" in merito alla direzione della Chiesa. Quello che pare dire questa corta enciclica è che Costantinopoli non necessita di prendere lezioni da Mosca riguardo la collegialità della Chiesa. 

Il più importante proposito del Sinodo Pan-Ortodosso - continua il patriarca - è quello di dimostrare che l'Ortodossia è l'unica, santa, cattolica e apostolica Chiesa, unita certamente nei Misteri, nell'Eucarestia e nella Fede ortodossa, ma anche nella sinodalità. Il Santo e Grande Concilio ha richiesto numerosi incontri preparatori e commissioni di studio così da potersi esprimere unitariamente con un solo cuore. 

Il Santo e Grande Concilio della Chiesa Ortodossa sarà dedicato principalmente alle risposte che la stessa Chiesa darà al mondo riguardo i temi caldi della nostra epoca, 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.