sabato 20 maggio 2017

Il Rito dell'Olio Santo nella Tradizione Ortodossa

Pubblico sul blog un articolo comparso sul mensile "Costantinopoli e Fede" nel mese di giugno 2017, riguardante la sacra Unzione.

Il rapporto fra Dio e l'Umanità ha molte sfaccettature: Dio è amorevole, è giusto, e come amiamo ripetere nelle nostre preghiere "non vuole la morte del peccatore, ma che si converta e viva". In questo equilibrio di misericordia e di giustizia si inserisce il rapporto fra Dio e l'Uomo, il quale domanda al Signore la pace, la salvezza, la salute dell'anima e del corpo: dalla necessità di domandare la guarigione del corpo e dello spirito la Chiesa ha nel tempo istituito un rito ben preciso, noto come Mistero dell'Unzione, che non viene dato solo in punto di morte, ma ogni volta che un fedele è  malato nello spirito e nel corpo. Nelle Chiese Ortodosse non è inusuale vedere celebrare il Rito dell'Unzione pubblicamente, in modo che tutti possano avvicinarsi a questo Sacramento e riceverne profitto spirituale, guarigione dai propri mali e dalle proprie passioni. In Grecia, ad esempio, il Sacramento dell'Olio è celebrato il Mercoledì Santo al pomeriggio e viene considerato pari alla confessione: chi si è avvicinato all'Olio Santo in quel giorno può prendere la comunione senza doversi confessare. La Sacra Unzione è un sacramento comunitario ed ha radici nella Chiesa Apostolica, e lo possiamo affermare con certezza assoluta:

Chi tra voi è nel dolore, preghi; chi è nella gioia salmeggi. Chi è malato, chiami a sé i presbiteri della Chiesa e preghino su di lui, dopo averlo unto con olio, nel nome del Signore. E la preghiera fatta con fede salverà il malato: il Signore lo rialzerà e, se ha commesso peccati, gli saranno perdonati. [Lettera di Giacomo 5:13-16]


L'olio preparato per la santificazione del Mistero dell'Unzione

Per comando dello stesso san Giacomo Apostolo,che era vescovo di Gerusalemme in quel tempo, la Chiesa intera ha istituito questo Sacramento e ancora oggi la Chiesa Ortodossa osserva il comandamento apostolico: "i presbiteri della Chiesa preghino su di lui e lo ungano con olio". Il rito dell'Unzione non può essere officiato da un sacerdote solo, ma devono almeno essere tre (in alcune occasioni si accetta che siano due). Di norma, la Chiesa Ortodossa chiede che siano sette sacerdoti ad officiare il rito dell'Unzione comunitario. L'Unzione è composta da un Canone di preghiera, che canta il coro, seguito dalla benedizione dell'olio con sette preghiere che vengono recitate sull'olio o sui malati, a seconda degli usi locali, e da sette cicli di letture (Apostolo e Vangelo) che narrano dei miracoli di guarigione operati dal Cristo. Alla conclusione di ogni Lettura, oppure alla conclusione dell'intero ciclo di letture, a seconda degli usi locali, i fedeli vengono unti con l'olio consacrato dai sacerdoti sulla fronte, sul collo e sulle mani, per la salvezza dell'anima e del corpo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.