giovedì 2 gennaio 2014

Canone alla Preziosa, Vivifica e Venerabile Croce di Nostro Signore Gesù Cristo




Venite inchiniamoci al Re nostro Dio.
Venite inchiniamoci e prostriamoci a Cristo Re nostro Dio.
Venite inchiniamoci allo stesso Cristo, Re e Dio nostro.

Salmo 142 (143) Signore ascolta la mia preghiera...
Salmo 22 (23) Il Signore è il mio pastore...
Salmo 26 (27) Il Signore è mia luce e mia salvezza...
Salmo 67 (68) Sorga Dio e i suoi nemici si disperdano...
Salmo 50 (51) Pietà di me o Dio secondo la tua misericordia...


Tropari
 O Signora tutta santa, tu che sei la protezione del genere umano, non rigettarmi, ma accogli la preghiera di me che ti supplico, io sono angustiato, non posso sostenere gli assalti del demonio, non trovo protezione, ne ho dove fuggire, io poveretto, sempre combattuto; e non ho un riparo, all´infuori di Te, o Signora del mondo, speranza e protezione dei tuoi fedeli, non rigettare la mia preghiera, ma concedimi quanto mi è vantaggioso. Accogli la mia umile preghiera, non rigettare il mio gemito, le mie lacrime e la mia sofferenza, ma soccorrimi Tu che puoi tutto, o Madre del signore Dio pieno di compassione, soccorri ancora una volta la mia profonda povertà.

Litania di supplica.
Salva o Signore il tuo popolo e benedici la tua eredità, visita il mondo che è tuo con la tua pietà e la tua misericordia; fai sorgere le schiere dei cristiani ortodossi e fai discendere su di noi la tua copiosa misericordia. Per le preghiere della tutta intemerata, la nostra Signora Madre di Dio e sempre Vergine Maria, per la potenza della venerabile e vivificante Croce, per la protezione gloriose potenze incorporee celesti, per l´intercessione del venerabile e glorioso profeta, il precursore, Giovanni Battista, dei santi gloriosi e lodevoli, corifei degli apostoli Pietro e Paolo e di tutti i santi apostoli; per l´intercessione dei santi padri nostri, i grandi gerarchi e maestri dell´universo, Basilio il grande, Gregorio il teologo e Giovanni Crisostomo, dei santi teofori e taumaturgi padri nostri, Nicola arcivescovo di Myra in Licia e di san Spyridon vescovo di Tremitunde e taumaturgo, dei santi gloriosi e illustri martiri guerrieri Teodoro, di santo Stefano il diacono protomartire, di san Demetrio di Tessalonica e di san Mena che versa manna. Delle sante grandi martiri Tecla, Barbara, Caterina, Irene, Anastasia e di tutte le sante martiri, dei santi progenitori di Cristo, Gioacchino e Anna, (il santo della chiesa e il santo del giorno) e di tutti i tuoi santi. Ti supplichiamo o Signore, unico ad avere grande misericordia, ascolta noi peccatori che ti invochiamo e abbi pietà di noi.

Kyrie eleison (12 volte).

Sac. Per la pietà e le misericordie e l´amore verso gli uomini del tuo figlio unigenito, con
il quale sei benedetto insieme al tuo santo, buono e vivificante Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amin.

ODE 1

IRMOS
Aprirò le mie labbra e sarò ripieno dello Spirito e innalzerò la mia voce alla regina Madre. Festeggiandola apparirò luminoso e rallegrandomi canterò i tuoi prodigi.

Rit. Gloria o Signore alla tua venerabile Croce.

O Croce ripiena di forza, lode degli apostoli, sostegno degli asceti e vessillo dei fedeli, gloria dei gerarchi e dei martiri, vittoria e sostegno contro tutti quelli che ti odiano.

Rit. Gloria o Signore alla tua venerabile Croce.

O Croce purissima, o forza dalle quattro estremità, bellezza degli apostoli e forza dei martiri, ti sei mostrata salute per i deboli, risurrezione e sostegno per molti che sono caduti.

Rit. Gloria al Padre, al Figlio e al Santo Spirito.

O Croce sii per me forza, potenza, dominio, salvezza e custode da quelli che mi assalgono, e sii per me scudo e protezione, vittoria e sostegno, Tu che sempre mi custodisci e mi proteggi.

Rit. E ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amin.

O tutta pura, quando hai visto sulla Croce il tuo Figlio, una spada dolorosa ha attraversato il  tuo seno e hai gridato gemendo nel dolore, ma poi hai glorificato la potenza della Croce.

ODE 3

IRMOS
O Madre di Dio, fonte viva e inesauribile, quelli che ti cantano accoglili come figli tuoi e fortificali nello Spirito e rendili degni della corona della gloria, nella tua divina glorificazione.

O Croce, arma dei monaci, spada a due tagli di Cristo, rinnovamento dei fedeli, guarigione e protezione dei malati, tu sei l´innalzamento di chi muore.

Rit. Gloria o Signore alla tua Croce venerabile.

O Croce, fondamento della pietà, ti sei dimostrata sconfitta dei demoni, bellezza della Chiesa, sconfitta per gli empi, umiliazione dei nemici nel giorno del giudizio.

Rit. Gloria al Padre, al Figlio e al Santo Spirito.

O Croce datrice di vita, sii per me forza, vittoria e scudo, muro inespugnabile, rigetto dei demoni, custode dei miei pensieri e sostegno del mio intelletto.

Rit. E ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amin.

O Sovrana sempre vergine, il tuo Figlio ha sofferto la Croce e una morte incomparabile, ma si è rialzato, ha vinto le forze contrarie del nemico, lui che è immortale.

PICCOLA LITANIA

Il sacerdote recita la piccola litania:
Sac. Ancora e ancora preghiamo in pace il Signore.
A. Kyrie eleison.
S. Soccorrici, salvaci, abbi pietà di noi e proteggici o Dio con la tua grazia.
A. Kyrie eleison.
S. Facendo memoria della tutta santa, intemerata, benedetta sopra tutte le creature e
gloriosa nostra Signora, la Madre di Dio e sempre Vergine Maria, insieme con tutti i Santi, raccomandiamo noi stessi, gli uni gli altri e tutta la nostra vita a Cristo Dio.
A. A Te o Signore!
S. Poiché Tu sei nostro Dio e noi rendiamo gloria a Te, al Padre, al Figlio e al Santo
Spirito, ora e sempre, nei secoli dei secoli.
S. Amin.

Poi il sacerdote aggiunge: “Preghiamo il Signore...” e recita alcune preghiere di esorcismo.

KATISMA
O mio Salvatore, ha preraffigurato il mistero dell´albero della Croce, Giosuè figlio di Naum, quando stese le braccia a forma di croce, e fermò il sole, finché non furono dispersi i nemici che si opponevano a Dio. Ora che chi guarda alla Croce, resiste finché non ha disperso il regno della morte, tutto il mondo lo hai con te rialzato.






ODE QUARTA

IRMOS
Lui che siede nella gloria, sul trono della divinità, più alto delle nubi, è sceso Gesù pieno di divinità, dandoci l´incorruttibilità e salva chi a Lui grida: Gloria Cristo alla tua potenza.

O Croce dalle quattro punte, tu sei la nostra pace, e come una spada a tre lame, tagli i principi delle tenebre e combatti con noi, o grande e forte arma di Cristo, invincibile vittoria.

La tua altezza, o Croce datrice di vita, colpisce il principe etereo, ricaccia ogni serpente tenebroso nelle profonde tenebre, riapre di nuovo l´ampiezza, sostieni il re pacifico (imperatore) con la tua potenza.

Rit. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.

Hai invitato i caduti a rialzarsi, hai rinnovato la natura terrestre, ti sei glorificata come trono di Dio, o Croce, altezza e grandezza, ponte verso la pace, rialza presto la mia anima dalla profondità della sofferenza.

ODE QUINTA

IRMOS
Ogni essere si è rallegrato per la tua gloria divina, o Vergine digiuna di nozze, poiché Tu hai portato nel tuo seno il Dio al di sopra di tutto, ed hai partorito il Figlio senza età, donando la pace a tutti quelli che a Te cantano.

O Croce, scala del cielo, custode della soglia del santuario, tu sei l´altezza e la gloria di Cristo, immagine di Dio per quelli che si segnano, unica gloria del mondo visibile e invisibile.

O Croce, immagine incircoscritta delle potenze, consacrazione delle acque, purificazione dell´aria, sii santificazione e illuminazione per tutti, segno di prestanza e scettro immutabile di Cristo, tu che scacci gli avversari dalla terra.

Rit. Gloria al Padre, al Figlio e al Santo Spirito.

O Croce piena di potenza, vinci i nemici seguaci del male, che stoltamente ti odiano e bestemmiano, sconfiggi gli increduli e disperdi le loro schiere. O Croce, tutta pura, portata da Cristo, proteggici con la tua potenza.

ODE SESTA

IRMOS
Celebrando questa festa divina e tutta devota alla Madre di Dio ripiena di sapienza celeste, venite battiamo le mani per glorificare Iddio nato da Lei.

O Croce tu sei la risurrezione di tutti, o Croce rialzamento di chi è caduto, annientamento delle tentazioni e sostegno del corpo, o Croce gloria per le anime e luce eterna.

O Croce tu sei rovina per i nemici, sconfitta e dispersione degli empi, tu sei la potenza dei fedeli, la protezione dei devoti e la disfatta dei demoni.

Rit. Gloria al Padre, al Figlio e al Santo Spirito.

O Croce, tu annienti le tentazioni, o Croce tu scacci i vani pensieri, o Croce tu disperdi gli attacchi dei pagani attirando come la rete del pescatore le anime.

Rit. E ora e sempre...

La Croce si innalza e cadono le schiere degli spiriti dell´aria, la Croce si abbassa e tutti gli impuri sono atterriti, vedendo la sua potenza come un fulmine.

PICCOLA LITANIA
Sac. Ancora e ancora...
Soccorrici, salvaci...
Facendo memoria della tutta santa...
Esclamazione: Poiché tu sei Re del mondo e Salvatore delle nostre anime e noi rendiamo gloria a Te, al Padre, al Figlio e al Santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.

A. Amin.

Sac. Preghiamo il Signore.

(Si leggono altre preghiere di esorcismo)

KONDAKION
Tono quarto.
Innalzandoti volontariamente sulla Croce, tu hai donato la tua misericordia al popolo che porta il tuo nome, o Cristo Dio, rafforza con la tua potenza i cristiani ortodossi, dando loro la vittoria sui nemici, rendili indenni con la tua armatura dalle insidie del mondo, tu che sei vittoria invincibile.

IKOS
Quello che è stato elevato al paradiso fino al terzo cielo, quello che ha udito parole divine e ineffabili, quello che non parla con parole umane e mondane, cosa scrive ai Galati, perché leggiate e conosciate la sollecitudine della Scrittura: io non mi vanterò, dice, se non della Croce del Signore, dove Lui ha sofferto. Dunque anche noi teniamo in alto la Croce del Signore, onore per tutti. Questo albero è per noi portatore di salvezza, arma pacifica, vittoria invincibile.

ODE 7

IRMOS
I fanciulli sapienti nel Signore, non ascoltarono le lusinghe delle cose create, ma sopportando con coraggio la punizione del fuoco, e si rallegravano cantando "O signore, Dio dei nostri padri degno di lode, che tu sia benedetto!".

Rit. Gloria o Signore...

O Croce vivificante, tu sei il libro della vita, sigillato con la potenza delle sette parole pronunciate su di te dal datore di vita, per Lui perdona a me i sette peccati mortali.

Rit. Gloria o Signore...

O Croce, tu hai insegnato le quattro buone opere con le tue quattro estremità, tu sei il libro della sapienza, il criterio della verità, la forza del coraggio, la causa della sopportazione, o tu che hai quattro punte insegnami con queste quattro buone opere ad entrare nella città celeste.

Rit. Gloria al Padre e al Figlio e al Santo Spirito.

O Croce composta da due legni rafforza le tre potenze della mia anima, l´intelligenza, la memoria e la volontà con le tre divine virtù: la fede, la speranza e l´amore, e guidami alla contemplazione della Trinità.

Rit. E ora e sempre....

O Purissima apri le tue braccia a forma di Croce, verso Colui che ha aperto le sue braccia sul legno della Croce e non cessare di supplicare chi ha rialzato la nostra natura e ha annientato le schiere dell´avversario.

ODE 8

IRMOS
I tre fanciulli nella fornace hanno indicato la nascita della Vergine, allora nell´immagine, oggi realizzata, così che l´universo intero è invitato a cantare a Te: "Cantate le opere del Signore e magnificatelo nei secoli!".

Rit. Gloria o Signore...

O Croce tu che doni la vittoria ti sei mostrata lo scettro dei fedeli, manifestando le sofferenze di Cristo, tu sei l´arco, lo scudo e la spada, tu sei l´arma infallibile e la forza invincibile, tu sei lo sgabello di Cristo, tu la causa di vittoria sui nemici, tu il vessillo del Regno.

Rit. Gloria o Signore...

Hai rialzato la nostra natura caduta, per la crocifissione e le tentazioni di Cristo. tu sei la divina altezza, tu l´indicibile profondità, tu sei il vessillo di Cristo, o preziosissima Croce, tu l´ampiezza incircoscritta e il segno invincibile della Trinità, o datrice di vita.

Rit. Gloria...

Baciando con le labbra, con l´anima e con il cuore la Croce del Signore, venite ora tutti ad innalzarla e a rallegrarsi in essa; prostrandoci diciamo insieme un purissimo inno, esclamando: "Ave o Croce, ricchezza e ornamento della Chiesa".

Rit. E ora e sempre...

O legno tu sei la vita e la salvezza, l´albero dell´immortalità, il legno della conoscenza, o legno amabile di tre parti, incorruttibile e non piegabile, O Croce tu sei l´albero purissimo di tre pezzi, tu che raffiguri le tre ipostasi della Trinità.

ODE 9

IRMOS
Che esulti ogni essere terrestre, che festeggi ogni essere razionale degli angeli per l´illuminazione spirituale, lodando la Santa vittoria della Madre di Dio, e che si canti: "Gioisci o Madre di Dio, tutta venerabile e purissima sempre Vergine".

Rit. Gloria o Signore...

O Croce benefattrice del mondo, chi può operare le tue meraviglie udite dalle Scritture, i potenti miracoli e la risurrezione dei morti? Tu che hai innalzato con te tutto il mondo, innalza tutti quelli che molto lo desiderano fino a Dio.

Rit. Gloria o Signore...

O Croce tre volte beata! Tu sei il sostegno dei fedeli, tu il vessillo e la lode, o albero onnipotente, o Croce grande e perfetta di Cristo, tu sei il decoro degli apostoli, il sostegno degli asceti, la forza e la difesa dei martiri, la vittoria e il vanto dei re.

Rit. Gloria...

Gioisci  Croce, immagine incircoscritta dai molti nomi, tu sei l´albero tre volte prezioso, terribile e tutto beato; ave o Croce santissima e onnipotente; ave protettrice della nostra vita; Gioisci  o Croce del Signore sempre cantata.

Rit. E ora e sempre...

O Croce purissima sei la protezione della mia anima e del mio corpo, disperdi i demoni con la tua immagine, vinci i nemici, sconfiggi le tentazioni e dammi la tua benedizione, la vita e la forza, per la sinergia del Santo Spirito e per le preghiere purissime della tutta pura.

È veramente giusto glorificare te o Madre di Dio, sempre beata e tuttasanta e Madre del nostro Dio. Tu più onorabile dei Cherubini e senza confronto, più gloriosa dei Serafini, Te che restando vergine partoristi il Verbo di Dio, Te magnifichiamo qual vera Madre di Dio.

O voi tutte schiere degli Angeli, o Precursore del signore, i dodici apostoli con tutti i Santi, insieme alla Madre di Dio, elevate la vostra preghiera per la nostra salvezza. O Signore e Madre del Redentore accogli la supplica di noi indegni che ti invochiamo, perché tu interceda presso Colui che hai tenuto tra le braccia, Tu o Signora del mondo, patrocinio del genere umano.

LITANIA
Sac. Abbi misericordia di noi o Dio, secondo la tua grande misericordia, noi ti preghiamo,
ascoltaci ed abbi pietà.
A. Kyrie eleison (3 volte).
Sac. Noi ti preghiamo ancora per la salute, la salvezza, la visita e il perdono e la remissione dei peccati del servo di Dio (nome).
A. Kyrie eleison (3 volte).

Sac. Poiché Tu sei un Dio misericordioso ed amante degli uomini e noi a Te rendiamo gloria, al Padre, al Figlio e al Santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amin.

Poi prende un apposito pennello e bagnandolo nell´olio Santo o in quello di una lampada che arde sulla tomba o davanti all´icona di un santo, unge l´infermo sul volto a forma di
Croce e sopra e sotto le palme delle mani, recitando la preghiera:

O Padre Santo, medico e guaritore delle anime e dei corpi nostri, abbi pietà, perdona e salva il tuo servo (nome).

Poi si fa l´apolisi o rinvio.

Sac. Sapienza! La benedizione del Signore scenda su di voi con la sua grazia e il suo
amore verso gli uomini, in ogni tempo, ora e sempre e nei secoli dei secoli.
A. Amin.
Sac. Santissima Madre di Dio, salvaci!
A. Te più onorabile dei Cherubini e senza confronto più gloriosa dei Serafini, Tu che senza restando vergini partoristi il Verbo di Dio, Te magnifichiamo qual vera Madre di Dio.
Sac. Gloria a Te, Cristo, speranza nostra, gloria a Te.
A. Gloria al Padre, al Figlio e al Santo Spirito, e ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amin.
Kyrie eleison (3 volte). Padre benedici.

Il sacerdote tenendo in mano la santa Croce:
Cristo vero Dio nostro (la Domenica e il tempo pasquale si aggiunge: "Risorto dai morti"), per le preghiere della tuttasanta e intemerata sua Madre, per la forza e la potenza della sua venerabile Croce e (il santo della Chiesa e il santo del giorno) abbia pietà di noi e ci salvi Lui solo che è buono e filantropo.

Per le preghiere dei santi Padri nostri il Signore Gesù Cristo abbia pietà di noi e ci salvi. Amin.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.