venerdì 12 giugno 2015

La Grazia ( San Luca vescovo di Crimea )

Nel Nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo. Amen.

Il grande apostolo Paolo dice di sé stesso: Io sono il minimo degli Apostoli, non sono nemmeno degno d'esser chiamato apostolo, perché ho perseguitato la Chiesa di Dio. Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono, e la grazia verso di me non è stata vana, anzi, ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che era in me. ( 1Cor. 15:9-10).
Vedete come il più grande fra gli apostoli parla di sé stesso, come se non fosse stato lui ad aver operato, ad aver compiuto grandi opere, illuminato il mondo intero, la  Grazia che era con lui. Egli non attribuisce nulla a se stesso, anche se grandi furono le sue opere, e le sue sofferenze per Cristo innumerevoli, Tutto riconduce alla Grazia di Dio. E noi malati, invece, che attribuiamo a noi stessi grandi meriti per una cosa fatta una sola volta, o che ancora dobbiamo iniziare? E noi che invece non notiamo la grazia divina, fonte di ogni bene?
La parola grazia si sente spesso ad ogni officio divino. La parola grazia si trova in quasi ogni pagina del Nuovo Testamento, mentre nel Vecchio si trova assai raramente, Perché questo, perché si parla sempre di Grazia nel Nuovo Testamento?
Perché il principio di ogni bene è nostro Signore Gesù Cristo: in Lui abbiamo la redenzione mediante il Suo sangue, e le ricchezze della sua grazia. ( Ef. 1:7) Questo è il bene più grande, la fonte e l'inizio di ogni grazia - la redenzione dell'Umanità attraverso il Purissimo Sangue di Cristo. Infatti è per la grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi, ma è dono di Dio ( Ef. 2:8). 
Gratuitamente abbiamo ricevuto questo dono, gratuitamente riceviamo la redenzione dal Sangue di Cristo. La Grazia divina illuminerà ogni cristiano che prenderà la sua propria croce e seguirà il Cristo. Sapete che la grazia è necessaria ad ogni vero inizio, così da prendere parte alla salvezza, all'Alleanza di Cristo, così come il Signore stesso ci ha detto: Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre, che mi ha mandato: e io lo resusciterò nell'ultimo giorno ( Giovanni 6:44). E' necessario che il Padre stesso ci guidi, altrimenti per noi non c'è inizio nel cammino di Cristo. 
Leggiamo negli Atti degli Apostoli cosa accadde in Macedonia a Filippi, mentre l'apostolo Paolo insegnava il Vangelo. Insegnava nei pressi della città, sulla riva del fiume nella quale era stata eretta una Sinagoga. Una donna di Tiatiri, commerciante di porpora, chiamata Lidia, la quale temeva Dio, ci ascoltava. Il Signore le aprì il cuore per renderla attenta alle parole di Paolo. ( Atti 16:14). 
Vedete, il Signore stesso le aprì il cuore agli insegnamenti di Paolo. 

Così il cuore di tutti noi si apra al tocco di Dio e ponga attenzione alle grandi parole di Cristo. La grazia divina è necessaria al principio del nostro viaggio verso la Salvezza. Ma si può dire che la Grazia divina è prefigurata per coloro che sono predestinati alla vita eterna? che solo costoro possono toccare la grazia? Certo che no. La Grazia è l'effusione dell'incommensurabile amore di Dio e il suo amore è rivolto a tutta la creazione, soprattutto agli uomini, e di conseguenza la Grazia di Dio adombra  i cuori di tutto il genere umano. Perché sta scritto che che Dio è Padre di tutti gli Uomini e e sia degli Ebrei che dei Pagani. Egli è buono con tutti. Uno che va alla guerra non si immischia nelle faccende della vita civile, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato. Allo stesso modo quando uno lotta come atleta non riceve la corona, se non ha lottato secondo le regole. Il lavoratore che fatica dev'essere il primo a ricevere la su parte del raccolto. (2Tim. 2:4-6). Ossia il genere umano. Egli è il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati, e non solo per i nostri, ma per quelli del mondo intero. (1Giovanni 2:2). 

Ricordate queste parole: senza di me non potete far nulla. Se non vivete nell'amore di Cristo, se non berrete il succo della Vera Vite, non sarà possibile compiere alcunché di bene, e rimarrete soli nella vostra debolezza e nella vostra miseria. Tutto ciò che si compie in voi per mezzo della Grazia è attuato dal Padre stesso in Gesù Cristo: egli solo confermerà tutte le vostre buone azioni, e senza di lui, non potrete far nulla.  

Tratto da: Omelia sulla Grazia di San Luca vescovo di Simferopoli, apparsa su Pravoslavie.ru 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.