domenica 7 giugno 2015

L'Ortodossia delle isole britanniche ( Storia della Chiesa )

Il presente lavoro è solamente la traduzione della pregevole opera di snellimento della Storia ecclesiastica britannica operata dal rev. Abate Michael Wood, abate del Monastero di Santa Brigida in Scozia per la ROCOR, nel suo sito Orthodox Western Rite, dal quale si può apprendere molto seriamente e nei criteri della canonicità cosa sia il Rito Occidentale nell'Ortodossia e come debba essere curato attentamente.

La Chiesa nell'Era Imperiale

Anno 37 dopo Cristo. Sant'Aristibulo, uno dei Settanta Discepoli di Gesù Cristo, sbarca in Inghilterra mandato da Tiro e inizia la predicazione evangelica. La città di Devon in Cornovaglia diventa il primo centro della cristianità inglese. Nel Sinodo di Pisa del 1409 si fa menzione del fatto che san Giuseppe d'Arimatea potrebbe aver accompagnato Sant'Aristibulo nella sua missione; episodio tra l'altro narrato dal Ciclo Arturiano del Graal.

Anno 160: I Santi Damiano e Fugazio ( Dyfan e Fagan ) vengono mandati da San Lucan ad ampliare la Chiesa in Galles. 

Anni 160-180: menzionata l'attività dei santi vescovi Elvan e Mydwyn. Sant'Elvan morirà a Glastombury nel 195. San Damiano ( Dyfan ) diviene il primo martire delle isole britanniche.

Pastorale rinvenuto nell'abbazia isolana di Iona ( Scozia ) e datato IX secolo.

Anno 208: Tertulliano menziona la Chiesa Inglese come indipendente dalle influenze romane portate dalla conquista militare. 

Anno 238: Origene menziona la Chiesa d'Inghilterra. 

Anni 300-304: Martirio dei santi Albano, Stefano di Londra, Socrate di York, Argulio di Londra, Amfibalo di Llandaff, Nicola di Penhryn e Melior di Carlisle. 

Anno 306: San Costantino Imperatore si proclama Augusto a York. 

Anno 314: il vescovo inglese Adelfio di Cerleon, primate della Chiesa d'Inghilterra, e i suoi colleghi episcopi Eborio di York e Restituto di Londra partecipano al Concilio di Arles.

Anno 325: Sant'Atanasio registra l'assenso della Chiesa d'Inghilterra alle decisioni prese a Nicea nel Concilio Ecumenico. 

Anno 359: Alcuni vescovi inglesi partecipano al Concilio di Rimini. 

Anno 397: san Ninian fonda il primo monastero del suo popolo a Whitehorn.

Anno 399: San Giovanni Crisostomo attesta che la Chiesa d'Inghilterra professa la stessa fede delle altre chiese e che a buon diritto può essere chiamata parte della Chiesa Universale.

Anni 432-464: San Patrizio pone la sua residenza episcopale ad Armagh in Irlanda e inizia la cristianizzazione del paese.

Anno 447: Visita di San Germano in Inghilterra.

L'Epoca dei Monasteri

Anno 456: l'abbazia di Caldey viene fondata.

Anno 478: il monastero di Llantwit viene fondato. Nel 530 contava 1'000 monaci residenti. 

Anno 500: San Dieniol fonda il monastero di Bangor.

Anno 520: San Cadoc fonda il monastero di Llancarvan. 

Anno 521: San Sansone viene fatto vescovo da san Dyfrig primate d'Inghilterra. 

Anno 525: vengono fondati i monasteri di Padstow e di Dol dai santi Sansone e Petroc. 

Anno 545: Il Sinodo di Brefi dichiara eretico il Pelagianesimo sul suolo inglese.

Anno 547: San Davide vescovo di Menevia ( Galles ) e Primate d'Inghilterra dichiara la sua giurisdizione obbediente al Patriarca di Gerusalemme. La dipendenza diretta dal Patriarca gerosolimitano durerà fino all'arrivo di Sant'Agostino di Canterbury da Roma, il quale porterà la Chiesa Inglese nell'influenza romana.

Fino alla fine del Millennio, la Chiesa Inglese sarà nota per il numero di monasteri e celle singole sparse per tutto il paese. Il clero secolare vestiva con tonache blu, mentre il clero monastico con abiti neri.

Anno 553: San Kentigern fonda la Cattedrale di Glasgow.

Anno 563: San Columcille arriva in Scozia, nell'Isola di Iona, e fonda il monastero.

Anno 564: San Sansone presiede al concilio di Parigi.

Anno 569: San Davide convoca un secondo concilio in funzione anti-pelagiana.


Evangeliario del 1025, London Museum

Anno 588: Viene fondato l'Eremo di Skellig da parte di San Finnan, eretto sulla sommità di una scogliera  in Irlanda, a seicento metri dalla  costa atlantica. Giudicato uno degli eremi più austeri della cristianità, il luogo prosperò per cento anno, e i suoi monaci furono dispersi poiché rifiutarono il Nuovo Calendario introdotto da sant'Agostino di Canterbury.

Anno 590: viene fondato il monastero di Barsey.

Anni 597-604: il papa san Gregorio Magno invia Sant'Agostino di Canterbury per riallacciare i rapporti con la Chiesa Inglese la quale contava 120 vescovi e un Primate con sede in Menevia ( Galles ). Viene fondata la Abbazia di Canterbury nel 598 e la giurisdizione inglese torna sotto Roma. La "chiesa celtica" viene romanizzata e la sede primaziale si sposta a Canterbury nel 602. Nel 604 i vescovi britannici si rifiutano ancora di giurare fedeltà ad Agostino.

Anno 601: Sinodo di Chester.

Anno 634: su invito di re Oswald, san Aidano si sposta a Lindisfarne fondando l'omonimo monastero col titolo anche di Arcivescovo di Northumbria.

Anno 635: fondazione delle abbazie di Whitby, Malmsbury e Polesworth.

In questi anni sorge la questione del Calendario per il calcolo della data della Pasqua. La Chiesa Inglese seguiva infatti un proprio calendario, contestato dal resto della Chiesa Indivisa. I monaci delle comunità di San Colombano si ersero a difensori del calendario celtico.

Anno 664: Il sinodo di Whitby approva l'uso del calendario universale nella Chiesa Inglese. San Colombano accetta le disposizioni sinodali. Scioglimento dell'Eremo di Skellig i cui monaci rifiutarono le disposizioni in merito alla data della Pasqua.
La Chiesa Gallese non accetterà le risoluzioni conciliari e si separerà dalla comunione canonica col resto della Chiesa.

Anno 669: San Teodoro di Tarso, di sangue greco, all'età di sessantasette anni arriva a Canterbury e si instaura quale vescovo.

Anno 672: San Teodoro di Tarso chiama il Sinodo di Hertford nel quale fa redigere una collezione di canoni patristici sul modello del concilio di Calcedonia, e fra le leggi inerenti la disciplina ecclesiastica spicca una collegialità fortissima e un elemento degno di nota, la celebrazione degli offici in lingua comune ( anglo-sassone)!
Canone 2: Nessun vescovo si introduca nella diocesi d'un altro.
Canone 3: Nessun vescovo interferisca con (l'abate) nel governo del monastero di Dio.
Canone 9: venga creato un nuovo vescovo quando il numero dei fedeli lo richieda.

Il Secondo Sinodo convocato a Hatfield e presieduto sempre da San Teodoro produsse un documento ortodosso contro la controversia monotelita.

Anno 682: il grande monastero di Jarrow viene costruito, il cui pluteo impressionò tanto i contemporanei per la sua magnificenza da essere ricordato da san Beda il Venerabile. All'estremità del pluteo vi era una icona della Madre di Dio e dall'altra parte opposta una dei Dodici Apostoli; i muri erano affrescati con la visione di San Giovanni sul Giudizio Universale e le vetrate figuravano i martiri della Chiesa. L'orribile movimento iconoclasta luterano del XVI secolo non ha risparmiato la struttura.

Anno 690: Il Witenagamot - il Parlamento dei Nobili d'Inghilterra - proibì gli appelli ecclesiastici al Patriarca di Roma, sottolineando la sufficienza del Primate della Chiesa Inglese quale suprema autorità locale.

Anno 709: il Re Cenred di Mercia si ritira a vita contemplativa in un monastero.

Anno 720: Re Ine del Wessex costruisce la cattedrale di Glastombury.

Anno 731: San Beda completa il suo libro Storia dell'Inghilterra.

Anno 747: Al Sinodo di Clovenshoe viene ampliato il calendario con l'inserimento di alcune nuove feste, come il giorno di San Gregorio Magno, e viene adottato dalla Chiesa Inglese l'uso delle Rogazioni, finora non fissato. Il Witenagamot RIBADISCE quale primate d'Inghilterra il Metropolita di Canterbury e non permette di appellarsi a Roma.

Anno 754: con le donazioni di Pipino il Breve, il Papato diviene indipendente dall'Impero bizantino.

Anno 768: Il Vescovo Elfoddw di Gwynedd riesce a persuadere il clero gallese ad accettare i canoni del sinodo di Whitby. La Chiesa del Galles rientra in comunione con la Cristianità.

Il padre Michael Wood ci rende noto che nel Primo Millennio in Inghilterra era molto comune che il clero usasse la croce pettorale. I vescovi solevano indossare le croci a T ( il detto "tau" ) sia le croci latine.

Anno 792: Il Sinodo di Regensburg condanna l'Adozionismo.

Anno 796: il Re Offa d'Inghilterra instaura rapporti commerciali con il Continente.

Anno 800: Carlo Magno si fa incoronare dal Papa Leone III la notte di Natale come Imperatore d'Occidente, reclamando tutti i territori dell'ex impero romano. Da questo evento in avanti, la parola "papa", che prima era usata come sinonimo di Patriarca, comparirà in uso solamente per il Papa di Roma.

La decadenza carolingia

Anno 800: il Monastero di rito Latino dedicato a Santa Maria, il quale contava dei monaci anglosassoni, viene costruito a Gerusalemme.

Anno 801: le cronache del monastero riportano che i monaci rimasero sconvolti dagli emissari franchi di Carlo Magno, i quali pretesero il filioque.

Anno 803: Il Sinodo a Clovenshoe inserisce il Canone Romano nella Divina Liturgia di San Giovanni, praticata fin dai tempi della Chiesa Celtica.

Anno 804: Alcuino di York, monaco e consigliere alla corte di Carlo Magno, esorta il clero di Lione a non usare il filioque. Il Vescovo Felice di Spagna, esiliato a causa della sua ortodossia - all'epoca in Spagna iniziavano a diffondersi i filoquisti - presiede la causa ecclesiastica di Alcuino.

Anno 810: Il Papa Leone III proclama a tutta la Chiesa la decisione di NON inserire il Filioque nel canone del Credo, portando a difesa i Padri Antichi.

Anno 850: Il Vescovo Censteg di Dingerein ( Galles ) accetta l'autorità dei presuli di Cantebury sul proprio suolo.

Anno 860 circa: I santi Cirillo e Metodio, evangelizzando la Dalmazia, usano la liturgia romana.

Anno 867: i presuli inglesi partecipano al sinodo di Costantinopoli il quale anatemizza l'eresia filoquista e il celibato obbligatorio del clero.

Anno 871: Alfredo il Grande diviene Re dell'Inghilterra.

Anno 879: Un rappresentante inglese viene inviato in Bulgaria a presiedere l'Ottavo Concilio Ecumenico, con una partecipazione di 381 vescovi. Il Concilio ribadì l'anatema sui filoquisti. Il Patriarca Fozio ricevette una lettera dal Papa Giovanni VIII nella quale il papa accettava gli insegnamenti del Concilio e proibiva di aggiungere qualsiasi frase al Credo. Il Papa Giovanni VIII sarà assassinato dai Franchi, e il Credo con il Filioque non farà la sua comparsa a Roma prima del 1014.

Anno 909: viene fondato il monastero di Cluny in Francia.

Anno 944: un monastero di rito Latino viene fondato a Costantinopoli con l'approvazione del Patriarca e il permesso imperiale. Vi si rifugiarono molti monaci latini contrari al filioque.

Anno 980: I benedettini di Amalfi partono e arrivano sulla santa Montagna dell'Athos, e fondano il monastero di rito occidentale. Il monastero rimarrà ortodosso fino al 1287 quando una incursione di pirati porrà fine alla sua esistenza.

Anno 1014: La Curia Romana scrive la formula Filioque nel canone liturgico. La diffusione del filioque non è uniforme. L'Inghilterra non ne è toccata.

Anno 1054: Si consuma il grande Scisma fra le sedi madri di Roma e Costantinopoli. La Chiesa d'Inghilterra e il Witenagamot si dichiarano indipendenti da Roma. Il Papa cerca l'alleanza coi Normanni: la Chiesa Inglese cerca l'alleanza con Costantinopoli.


una vecchia foto del Grande Ingresso della divina liturgia di Sarum 

La fine

Anno 1061: la castellana nobildonna Richeldis a Walshingam ha la visione della Madre di Dio, la quale mostra a Richeldis la casa in cui visse a Nazareth, e la signora fa edificare la copia esatta nella sua città. Il giorno seguente l'edificio viene trovato completato a 70 chilometri di distanza. L'apparizione di Walshingam è ritenuta valida dalla Chiesa di Costantinopoli e tuttora vi sono due cappelle ortodosse e un monastero ortodosso.

Anno 1066: Guglielmo il Bastardo, Duca di Normandia, ottiene l'appoggio pontifico per l'invasione dell'Inghilterra. Harold Godwinson, legittimo Re d'Inghilterra, viene spodestato e il clero anglosassone viene cambiato con clero franco fedele a Roma. La famiglia Godwinson si trasferisce a Kiev, regno amico, dove il principe Golytsin sposa la figlia di Harold, Gutha.

1054-1287: i tre monasteri latini a Gerusalemme, Costantinopoli e Monte Athos si dichiarano ortodossi.

L'Era Moderna e il Rito Occidentale

1715-1725: Alcuni vescovi anglicani scrivono una fitta corrispondenza col Patriarca Ecumenico e con lo Zar Pietro il Grande, auspicando la nascita, a Londra, di una parrocchia ortodossa di rito latino. Il progetto sfumò per le resistenze canoniche da parte della Santa Sede di Costantinopoli.

Anno 1840: L'accademico anglicano William Palmer, eminente membro del Movimento di Oxford, intrattiene un rapporto epistolare con il teologo russo Alexei S. Komiakov, e con il santo Metropolita di Mosca Filarete, circa la nascita di una Chiesa Ortodossa Occidentale. Anche questo progetto andrà a morire.

Anno 1860: l'ex sacerdote cattolico J.J. Overbeck si converte all'Ortodossia e chiede di servire come sacerdote di rito latino. Gli viene negato, nonostante il Patriarca di Costantinopoli Gioacchino III avesse risposto con interesse al rito occidentale.

Anno 1868: Il Primarca di Scozia visita la Russia a colloquio con Filarete e si dice convinto di portare la Chiesa Inglese nell'Ortodossia. La sua petizione verrà condotta al Sinodo di Canterbury e non troverà riscontro.

Anno 1869: Il Sinodo della Chiesa Russa approva un testo di rito latino.

Anni 1870-1871: Alcuni cattolici,prendendo il nome di vetero-cattolici, si oppongono al dogma dell'Infallibilità papale promulgato dal Concilio Vaticano I. La Chiesa Russa apre a questi vetero-cattolici i sacramenti nelle sue chiese in Francia e Belgio.

Anno 1890: Il vescovo russo Vladimir Sokolovsky riceve la parrocchia vetero-cattolica di Fond du Lac mantenendola di rito occidentale.

Anno 1891: Il vescovo Sokolovsky celebra la divina liturgia archieratica occidentale nella parrocchia di Fond du Lac.

Anno 1898: la Chiesa Ceco-Slovacca di rito occidentale ottiene la protezione canonica del Sinodo di Mosca.

Anno 1904: l'arciprete Tikhon Belavin porta una petizione al Sinodo di Mosca per l'adozione di un rito latino per tutti i convertiti ortodossi in Occidente. Il Sinodo accetta.

Anno 1921: l'arciprete Tikhon Belavin viene eletto Patriarca di Mosca e di tutta la Russia. ( San Tikhon di Mosca). Nello stesso anno il Patriarca Dimitri di Serbia consacra san Goraz Pavlik come vescovo  dei Cechi e degli Slovacchi, concedendo ancora l'uso del rito latino per tutta la sua diocesi. Il 4 settembre 1941 il vescovo Pavlik sarà martirizzato dai nazisti.

Anno 1922: le decisioni del sinodo moscovita sul rito occidentale vengono tradotte in inglese e diffuse in Inghilterra.

Anno 1926: La Chiesa Vetero-Cattolica Polacca viene ricevuta nella sua integrità come chiesa ortodossa di rito occidentale sotto Mosca. I nazisti stermineranno questa metropolia durante il secondo conflitto mondiale. Nello stesso anno, San Giovanni Maximovic viene tonsurato vescovo di Shangai.

Anno 1929: la Fraternità ortodossa di sant'Ireneo in Francia guidata da Vladimir Lossky celebra col rito gallicano.

1934: San Giovanni di Shangai e San Francisco viene tonsurato Primarca della ROCOR. Egli autorizza e celebra nei riti latini.

Anno 1941: La Chiesa Serba forza la conversione dell'Arcidiocesi Ceco-Slovacca al rito bizantino alla morte del suo primate.

Anno 1947: il monaco cattolico Gregorio Baccolini viene ricevuto dalla Chiesa Russa e apre un eremo benedettino ortodosso a Roma.

Anno 1958: San Giovanni Maximovic crea l'ECOF ( Eglise Orthodox-Catholique de France ) con il suo seminario, e inizia a ordinare presbiteri. Il santo gerarca autorizza l'uso nazionale della liturgia di San Germano di Parigi.

Anno 1960: Alla cattedrale Ortodossa di Parigi san Giovanni Maximovic, vescovo di Parigi, celebra il rito latino.

Anno 1965: il vescovo Giovanni di Parigi viene spostato a San Francisco, ed egli ordina Jean Nectarie come Arcivescovo di San Denis e dell'ECOF.

Anno 1967: Dopo la morte di San Giovanni Maximovic, le gerarchie della ROCOR sospendono tutte le missioni di rito occidentale aperte dal santo gerarca. L'ECOF, abbandonata dalla ROCOR, cerca rifugio canonico sotto Bucarest, i cui patriarchi ne avranno cura fino al 1972, quando la abbandoneranno nella non-canonicità.

Anno 2010: dopo alterne fortune, il Rito Occidentale ottiene protezione canonica nella ROCOR sotto S.E.R. Hilarion Kapral. Alcune parrocchie antiche sono state mantenute e altre sono state aperte. Esistono 2 eremi e 3 monasteri di rito latino ortodosso, e un quarto sta venendo costruito in Texas con 48 acri di terreno.

Grazie al padre Michael Wood, rettore del monastero di Santa Brigida in Scozia, per l'ampia documentazione che trovate al link del suo sito. Preghiamo che l'Occidente torni all'Ortodossia nel solco della sua tradizione... Amen







Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.