domenica 6 settembre 2015

Inno Acatisto per il soccorso delle anime dei Defunti

Questo particolare inno acatisto può essere recitato in chiesa o a casa, in spirito di pietà, tanto da laici quanto da uomini ordinati, per soccorrere le anime dei defunti e aiutarli nella Scala della Prova.

Stanza 1
 O Signore, secondo i tuoi disegni i quali sono oltre gli obiettivi che il mondo ha progettato per portare alla gloria eterna, Tu che determini la causa e l'ora della morte di ciascuno fra gli uomini, concedi a tutti coloro che dall'inizio del Tempo sono morti in Te il perdono dei peccati commessi in questo mondo, si aprano per loro le tue braccia paterne e accoglili nella luce eterna e nella gioia.
E noi che, in questo giorno, la memoria dei morti noi serbiamo, cantiamo a te:
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 2
Signore, dopo aver salvato Adamo e tutta l'umanità dal supremo annientamento, hai mandato il tuo Figlio Unigenito in questo mondo e Lui, con la sua croce e risurrezione, ci ha aperto il percorso verso la vita eterna.
Abbiamo fede, Signore, nella tua infinita misericordia e guardiamo con fiducia al Regno eterno; La tua gloria per noi stessi e per coloro che ci sono cari e che già sono addormentati in Te.
E così preghiamo: Dai, o Signore, gioia alle anime che hanno concluso le lotte senza fine nella vita e fai dimenticare i dolori e le afflizioni che hanno vissuto.
Dalle altitudini della Tua dimora, sentili come un Padre amorevole, ascolta i tuoi figli e di’ loro, “i vostri peccati vi sono perdonati”.
Ricevili, o Signore, nella tua casa, in modo che possano vivere felici per sempre, tramite la condivisione della Gloria divina.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.


Stanza 3
 Illuminato dallo Spirito del Signore Onnipotente, San Macario uno giorno sentì una voce dal cranio squarciato  di un defunto pagano, morto da tempo, e che gli diceva “Quando pregate per coloro che soffrono le pene dell'inferno, noi come pagani  sentiamo sollievo dalla nostra sofferenza."
Che meraviglia questo potere della preghiera cristiana che porta la luce anche nell’Ade! Tutti, credenti e non credenti, ricevono consolazione e sollievo quando gridiamo: Alleluia!

Stanza 4
 Isacco il Siro una volta ha detto: "Un uomo con un cuore compassionevole prega ogni momento della sua vita, con compunzione e lacrime, per gli uomini, gli animali e tutte le cose che si muovono sulla terra, e  sono protette e purificate."
In questo stesso modo, tutti noi preghiamo il Signore di dare assistenza a coloro che si sono addormentati e diciamo: "Donaci, Signore, quanto chiediamo tramite il dono della preghiera urgente per coloro che non sono più; prendi i peccati di coloro che, nonostante la nostra indegnità, ci hanno chiesto di intercedere per loro,  perdona tutti i peccati commessi e per i quali si sono dimenticati di chiedere perdono. Ricordati, Signore, di quelli che si sono addormentati e nessuna preghiera li ha accompagnati alla dimora perenne. Apri loro, Signore, le porte del tuo regno. Ricordati anche di coloro che sono morti improvvisamente nel dolore o nella gioia.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 5
 Noi che siamo responsabili di tutti i mali del mondo, la frustrazione dolorosa di ciò che è non ha ricevuto il dono della parola, la malattia e la sofferenza di bambini innocenti, noi che abbiamo, dal peccato originale ha distrutto la meravigliosa armonia della creazione, a Te, Signore Gesù Cristo, il più innocente di tutti i martiri, poiché sei l'Unico che può assolvere ogni cosa, abbiamo il coraggio di dire:
Signore, rinviare per i peccati del mondo, dà alla creazione la sua armonia originale in modo che gli uomini, vivi e morti possano compartecipare alla tua Gloria immensa cantando: Alleluia!

Stanza 6
 Signore Dio nostro, luce soffusa, Redentore del mondo, Dio dell'Amore ineffabile che avvolgi l'Universo, sentiamo nei nostri cuori la meravigliosa preghiera che si avvicina al Padre tuo cui Tu dalla Croce ti rivolgi, e dici per chi ti ha condannato, "Padre, perdonali."
E noi, confidando nella pienezza della tua misericordia, osiamo dire: Padre che sei nei cieli, concedi l’eterno riposo per i tuoi e nostri nemici. Perdona, o Signore, chi sparge sangue innocente, coloro che hanno subìto nella loro vita e coloro che hanno costruito per la loro prosperità nel mondo rovinando con la miseria e la sofferenza gli altri. Non condannare coloro che parlano contro di noi o quelli che calunniano, ma, a vantaggio di coloro che abbiamo danneggiato inavvertitamente, pregando ti offriamo per tutti loro a concedere un vero sacramento della riconciliazione con Te a tutti gli addormentati in attesa della Tua Venuta.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 7
 Concedi, o Signore, l’eterna salvezza a tutti coloro che hanno lasciato questa vita nella sofferenza, a coloro che sono periti di una morte violenta, uccisi, sepolti vivi, alle vittime di incidenti o calamità naturali, annegati, bruciati, distrutti, mangiati; a coloro che sono morti di privazione, a causa di fame, sete, povertà.
A causa della loro fine dolorosa, o Signore, dona loro la gioia eterna affinché essi benedicano le sofferenze che hanno tragicamente sopportato come espiazione dei loro peccati e cantino così: Alleluia!

Stanza 8
Condona, o Signore, un favore speciale a coloro che si sono addormentati in Te in gioventù, a quelli che, durante la loro vita, hanno accettato la loro sofferenza come Cristo ha accettato la sua passione, e quelli che, nella loro vita su questa terra, non hanno sperimentato la gioia.
Concedi, o Signore, un favore speciale a coloro che hanno lasciato questa vita in prigione, o esausti per il lavoro che sono stati costretti a fare.
Apri, o Sempre Eterno, il tuo paradiso ai vergini e ai bambini innocenti, dai loro la gioia di partecipare alla tua Mistica Cena.
Dà consolazione, Signore, ai genitori che piangono i loro figli che hai chiamato a te e quelli che non hanno ricevuto la grazia di portare al mondo dei figli e non hanno una loro famiglia che prega per loro. E fai, Signore, che i loro peccati siano cancellati dallo splendore della tua gloria e dall'abbondanza della Tua misericordia.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 9
invia su di noi, Signore, dei segni che ci permettano di vedere la fine della nostra vita in modo da preparare noi stessi attraverso il pentimento e la penitenza al nostro ultimo viaggio. Per la tua grazia, scompaiano in noi la vanità delle cose del mondo visibile, le passioni ei tormenti, e la mente disordinata comprenda e si plachi.
Si riveli la verità eterna e gli uomini, gravati dal peso dei loro peccati e dall’incredulità, confessinoo, sulla soglia della morte, la Tua esistenza.
E implorino la tua grande misericordia, cantando: Alleluia!


Stanza 10
O Signore, Padre di ogni consolazione, tu che hai fatto il sole per illuminare il mondo, Datore di prosperità da tutti i frutti della terra, porta a coloro che ti amano e coloro che ti odiano gioia e speranza, con la dolcezza delle tue parole.
Crediamo, infatti, che, al di là del sepolcro, la tua infinita misericordia accoglierà tutti i peccatori e perfino quelli abbandonati e respinti da tutti.
Il nostro cuore è nel dolore, quando vediamo i malvagi sfidare la tua Santità per la loro abominevole voglia di sacrilegio; Tuttavia, Signore, salvali comunque dal loro abbassamento verso la tua santa volontà, per la pienezza di tua misericordia.
Concedi il perdono, Signore, a coloro che sono morti senza essersi pentiti dei loro peccati. Ricordati anche di coloro che, in un momento di incoscienza, hanno volontariamente finito i loro giorni. Fa' che la fiamma che brucia i loro peccati si estingua nell'oceano della tua misericordia.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 11
L'oscurità che ha colpito le anime lontane da Dio ci fa rabbrividire di terrore, sono terribili il tormento e il rimorso che straziano la coscienza, i gemiti, lo stridore di denti e la sofferenza di coloro che sono immersi nelle fiamme eterne dell'inferno.
Tremo a conoscere un simile destino, e come io prego per me, io prego per coloro che soffrono i tormenti terribili dell'Ade.
Signore fa che la nostra preghiera scenda su di loro come la rugiada del mattino scende sulla terra; e a Te cantiamo con piena voce: Alleluia

Stanza 12
La tua luce rifulge, o Cristo Dio nostro, presso tutti coloro che giacciono nelle tenebre terrificanti dell'Inferno dalle quali ti invocano.
Ma Tu, Signore, che volontariamente sei sceso nell'Ade per abbattere le sue porte, libera i tuoi figli che sono separati da Te a causa delle colpe che hanno commesso, ma che, nonostante i loro errori, non hai rinnegato.
Poiché la loro sofferenza è immensa, abbi misericordia di loro, o Signore, i loro peccati non sono certo pochi, ma sappiamo che la Tua misericordia è senza limiti. Concedi così questa misericordia infinita a queste anime miserabili e reprobe, separate da Te dalla morte a causa del peccato.
Abbi pietà di quelli che, non avendo conosciuto la tua verità hanno perseguitata la tua santa Chiesa; il tuo amore, Signore, muti il fuoco che li consuma in un paradiso refrigerante.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 13
Possiamo aiutare i tuoi servi defunti, se ci aiuti tu stesso, o Signore, per le nostre lacrime. Illuminaci, tramite visioni soprannaturali, mostraci ciò che è opportuno dire e  fare perché le preghiere e le azioni che faremo siano per noi foriere di vita eterna.
E gridiamo a Te: Alleluia!

Stanza 14
La Chiesa Universale di Cristo nostro Dio canta continuamente a Te, o Signore, le preghiere e suppliche per coloro che si sono addormentati in Te e lasciato questa terra. Tutti i peccati del mondo sono stati redenti e annientati dal Sangue Divino che scorreva dalle sacre ferite della Passione.
Il potere di pregare per i defunti davanti all'altare di Dio, rende possibile per loro passare dalla morte alla vita, dalla  Terra al Cielo.
Fa’, o Signore, che le preghiere di intercessione che la tua Chiesa intona per i morti siano per loro una rapida Scala consentendo loro l'accesso al Paradiso. Abbi pietà di loro, Signore, per intercessione della Beata Madre di Dio e sempre Vergine Maria e di tutti i santi. Perdona i loro peccati, Signore, per preghiere e suppliche della tua Chiesa fedele che, per tutto il giorno e ogni notte, implora Te per la loro salvezza. Perché dei bambini innocenti, hanno i genitori misericordia; Con le lacrime le madri cancellano gli errori dei bambini; per le preghiere e il sangue dei martiri, perdona i peccatori e conducili a Te nella pietà. Accetta, o Signore, le nostre preghiere e suppliche così che completino le buone azioni che hanno compiuto coloro che sono giunti a Te, Padre Eterno e Filantropo.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 15
Il nostro intero pianeta è in qualche modo un’enorme tomba sacra e ovunque si trovano i resti dei nostri padri e dei nostri fratelli che popolano questo mondo, sin dal suo inizio. O Signore, il tuo amore per gli uomini è immutabile, Cristo nostro Dio,
e Te preghiamo: perdona tutti quelli che hanno vissuto su questa terra fin dall'inizio del Mondo e che ci hanno preceduto nella morte, in modo che in comunione di spirito e verità cantare a Te: Alleluia!

Stanza 16
Quando all'improvviso, come una fiamma divorante, salirà solenne e terribile giorno del giudizio nei Giorni Ultimi, dai libri che vengono trascritti dagli Angeli saranno aperti e tutte le azioni della nostra vita e tutti i segreti saranno evidenti a ogni uomo. "Sottomettiti dunque a Dio", ha detto l'Apostolo Giacomo.  "Riconciliati col fuoco temuto!" Accetta, o Signore, le preghiere e le intercessioni di vita che si possono portare a coloro che sono addormentati, come viatico mancante per accedere al tuo Regno. Concedi , Signore, che il suono delle trombe angeliche per loro sia l'annuncio del loro saluto e che, al momento del tremendo Giudizio, siano tra coloro che troveranno misericordia. Corona di gloria, Signore, coloro che durante la loro vita hanno sopportato la sofferenza a causa del tuo nome e riempi della tua grazia i difetti di coloro che, per debolezza, hanno commesso il peccato.
Signore, Tu che sai di ognuno il nome, mostra misericordia per tutti, monaci, monache, a tutto il clero e alle loro famiglie.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 17
Benedici lo scorrere del tempo, poiché ogni ora che passa, ogni momento che passa ci avvicina alla nostra eternità. Ogni nuova frase, ogni capello bianco è un messaggio del mondo per noi e ribadire che tutta la vita sulla terra è corruttibile ed effimera.
Questi messaggi ci confermano che tutto quello che viviamo sulla terra scomparirà e
tuttavia ci avvicina al Regno dei Cieli.
Questo ci avvicina al Regno dei Cieli: luogo ove non ci sono tristezza o dolori, ma dove sempre risuona la canzone di gioia: Alleluia

Stanza 18
Come gli alberi perdono le  foglie, quando la stagione finisce, così i giorni della nostra vita stanno scemando con il tempo fugace.
L'usura ci raggiunge, giorno dopo giorno, la fiaccola della gioia in noi si consuma. I nostri amici e parenti stanno raggiungendo la terra. Dove sono tutti coloro che, nella gioia, vivono la loro bella gioventù? I loro resti mortali sono silenziosi, ma la loro anima è nelle tue mani, o Signore. E immaginiamo che essi vedono occhi, quelli che già sono nel mondo immateriale della divina gloria. Signore, Tu sei il Sole il cui splendore inimmaginabile illumina e riscalda il luogo in cui si trovano coloro che sono morti. O Dio, che dopo un tempo breve di amara separazione, dacci, o Signore, la gioia di vederli un giorno nel tuo Regno.
Concedi, Signore, che possiamo essere uno in Te. Fai, o Signore, che coloro che sono entrati nell’eternità, abbiano la purezza dell'infanzia e la bellezza dei giovani; fa’ che la loro vita nell'Aldilà sia per loro una eterna Pasqua.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 19
Mentre silenziosamente piangiamo sulla tomba dei nostri cari, preghiamo pieni di speranza il Signore Dio nostro che mandi una rivelazione soprannaturale che ci rassicuri sul loro Destino. Dicci che hai perdonato i loro peccati per noi cosicché, gioiosi, cantiamo a Te: Alleluia!

Stanza 20
Quando rifletto e vedo il mio passato e il percorso delle vie nella mia vita, una folla di uomini, dai miei primi anni fino ad ora hanno lasciato questa terra, il loro ricordo riaffiora in me. Molti di loro erano buoni con me e mi hanno fatto del bene.
 Sento profonda gratitudine verso di loro e dico: Ai miei genitori, alla mia famiglia, a tutti coloro che mi hanno soccorso nella mia infanzia e che mi hanno guidato nella vita, a loro concedi, Signore, il riposo eterno e la gioia senza fine.
Glorificano il Signore, e stanno dinnanzi a lui prima dei santi angeli, quelli che mi hanno insegnato la Tua parola di verità, o Dio, mi hanno mostrato il tuo sentiero, mi hanno insegnato il Bene con l'esempio di una vita virtuosa.
 Addolcisci, Signore, la sofferenza di coloro che, durante i miei giorni di tristezza e di sconforto mi hanno dato quello che mi serviva, come hai fatto Tu, una volta, con gli Ebrei nel deserto, inviando loro la Manna dal Cielo affinché si nutrissero.
Premia, Signore, tutti coloro che materialmente e spiritualmente mi hanno fatto sentire bene nell’arco della mia vita.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 21
 O morte, dov'è il tuo dardo? Dove sei, cupo corteo di paura e oscurità? Noi ci aspettiamo e ci auguriamo che  la morte ci unisca a Dio! Sei diventato per noi l’infinito misterioso settimo giorno cui il Signore ha conferito il suo sigillo quando la creazione è stata completata. “Voglio morire per essere con Cristo” ha esclamato un apostolo. E sappiamo che la morte è il passaggio alla vita eterna, così diciamo nella gioia e nella attesa: Alleluia!

Stanza 22
I morti risorgeranno, quelli che sono nelle tombe usciranno dai sepolcri e gloriosamente trasfigurati gioiranno sulla Terra. Nella valle delle ossa secche in attesa della parola del Signore: " Così ha detto il Signore Iddio a quest’ossa: Ecco, io fo entrare in voi lo spirito, e voi riviverete; e metterò sopra voi de’ nervi, e farò venir sopra voi della carne, e vi ricoprirò di pelle; poi metterò lo spirito in voi, e riviverete; e conoscerete che io sono il Signore."
Alzati quindi, il tempo è venuto, i peccati sono stati espiati dal Figlio di Dio, il Quale con la sua morte, hanno donato la vita, alzati, e la potente luce della Risurrezione Cristo ci trasfigura.
Mostra loro, Signore, ora, la pienezza della tua perfezione, tu che brilli su di loro come sfolgora la luce del sole e della luna, e concedi loro di vedere i volti luminosissimi delle sante potenze incorporee. Come hai mostrato loro la splendida illuminazione del Cielo, mostra loro come la luce senza fine della tua gloriosa divinità.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 23
 La nostra natura umana, la nostra carne e il nostro sangue non possono, in quanto tali, ereditare il Regno di Dio; Finché vivremo nella nostra carne, noi rimarremo separati da Cristo nostro Dio. Tuttavia, mentre torniamo al nulla, vivremo per sempre. Carne e sangue mortali, inevitabilmente destinati alla distruzione, non possono essere distrutti, poiché ci sarà l’immortalità alla luce immutabile del giorno senza tramonto, e il canto infinito sarà: Alleluia!

Stanza 24
 Pieni di fiducia nella Sua promessa, aspettiamo il momento beato e solenne quando saremo innanzi al nostro benedetto Dio e Salvatore nostro. Attendiamo la luce dell'alba del Giorno della Resurrezione, il tempo sublime e meraviglioso quando tutti i nostri genitori, tutti quelli che ci sono stati parenti, tutti quelli che abbiamo conosciuto e che ci conoscevano, scavalcheranno le loro tombe per cantare con noi un inno di lode al Signore Onnipotente. Siamo in attesa, piena di speranza, del momento benedetto della trasfigurazione dell'umanità e, in anticipo, ti benediciamo, Signore, che un giorno creerai per noi ancora, per un'eternità di meraviglie.
Signore Dio, Tu hai creato tutte le cose per il mondo e la bellezza e la gioia prevarranno. Tu che dal nulla ci hai condotto alla Santità; Te noi preghiamo, concedi a chi si è addormentato in Te, di vivere gloriosamente nella vita nuova; Fa’ che i sapienti celesti splendano il giorno del loro trionfo e che Tu, l'Agnello di Dio, sia per loro luce del immutabile Giorno senza crepuscolo e senza fine.
Tu, o Signore, donaci di celebrare con loro la gioia dell’eterna Pasqua e di rivedere tutti coloro che abbiamo incontrato, vivi e morti, in una felicità senza fine.
Signore Dio d'amore indicibile, abbi pietà dei tuoi servi che sono dipartiti.

Stanza 25
O Signore, nostro Dio, Padre Eterno,  infinitamente misericordioso, Tu che per la Salvezza del mondo, inviasti il tuo Unico Figlio alle anime in difficoltà hai diffuso su di loro il tuo Spirito Vivifico, abbi misericordia e concedere la Redenzione ai nostri genitori, ai nostri parenti, a tutti coloro che si sono addormentati in Te, a partire dall'inizio del Tempo. Attraverso la loro intercessione, abbi pietà di noi, e uniscici a coloro che in vita ci hai fatto incontrare così che in una gioia pura cantiamo Te, Dio Salvatore, questa canzone di gloria trionfante: Alleluia!

Si ripete ancora tre volte la stanza 3. Poi si ripete la Stanza 1 e la stanza 2.

Preghiera per i defunti.
Dio degli spiriti e di ogni carne, tu che hai calpestato la morte, distrutto l’esistenza del Male e hai dato al mondo la Vita, Tu, Signore, Dio nostro, concedi il riposo eterno all'anima dei tuoi servi che sono morti: ai santi patriarchi, ai metropoliti, arcivescovi e vescovi, al clero e agli ordini monastici, a coloro che hanno contribuito alla costruzione di questo santuario e ai nostri antenati, ai genitori, fratelli e sorelle che giacciono qui e in qualsiasi luogo del mondo, ai soldati che hanno dato la vita per la fede e la patria, ai nostri fratelli cristiani morti in guerre civili o sommosse, annegati, bruciati, congelati, ai morti in miseria, agli uccisi da bestie feroci, a coloro che sono morti improvvisamente senza confessione, senza aver avuto il tempo di rivolgersi a Te, alla tua Chiesa, o agli uccisi dai propri nemici. Dà anche la pace e il riposo a coloro che, in un momento di follia, hanno volontariamente privato se stessi della vita, e quelli che non hanno nessuno che preghi per loro, a tutti i defunti cristiani senza funerale e soprattutto i tuoi servi e serve [...] che hanno chiesto di essere ricordati nelle preghiere, mentre noi siamo indegni di farlo.  Concedi a tutte e tutti, Signore, il riposo eterno in una sala nella tua Dimora, un’aula di luce, refrigerio, riposo e la pace, nella quale sono assenti il dolore, la tristezza e le lacrime.

AMEN

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.