venerdì 9 ottobre 2015

Resoconto della Conferenza sul Rito Occidentale della ROCOR ( 28 set. - 1 ott. 2015 )

Le informazioni le ho prese dal blog di Fr. Novak, ma non si tratta della traduzione diretta dell'articolo, il quale è mera fonte. Le fotografie provengono da Facebook, alla pagina "western rite conference 2015". Alcune informazioni non provengono dall'articolo ma dalla mia conoscenza diretta dei frequentatori di questa riunione, coi quali intrattengo rapporti epistolari e in alcuni casi anche amicizia non solo virtuale

La conferenza che è iniziata il 28 settembre a Wappinger Falls ( New York ) col patrocinio e la presenza di S.B.R. Hilarion Kapral, primate della ROCOR, e ha visto la sinassi di settanta sacerdoti di rito occidentale della sua giurisdizione, più alcuni presuli del Patriarcato d'Antiochia e molto clero non ortodosso in visita, perlopiù composto da anglicani, interessati all'Ortodossia Occidentale. La Conferenza si è svolta all'interno di un convento francescano.

In foto: il vescovo Hilarion Kapral ai Vespri. 

La riunione è iniziata lunedì 28 pomeriggio, con la presentazione del Decano p. Mark Rowe, il quale ha sugli Stati Uniti il compito di gestire il Rito Occidentale nei suoi aspetti amministrativi e personali, comprese le sue ordinazioni, delle quali quest'anno se ne avrà un buon numero. 

Come padre Novak ci rende noto nel suo articolo, la vita liturgica giornaliera - vespri, compieta, rito di mezzanotte, mattutino, lodi, ore - veniva seguita da tutti i partecipanti della conferenza, i quali abitavano in celle spartane, senza wifi e senza comodità. 
Oltre all'aspetto rituale, la riunione è stata animata da alcuni interventi pastorali. Ad esempio il giorno seguente l'inizio della Conferenza, padre David Straut ha presentato un progetto per il recupero dei carcerati. Padre Cristoforo Lepourte invece ha parlato del counseling in una prospettiva spirituale. 


I sacerdoti della conferenza

Una delle presentazioni più importanti è stata quella proposta dal rettore del Seminario della Santa Trinità, il rev. Efraim Willmarth. Questa struttura presenta vitto e alloggio, ma anche corsi a distanza per studenti: è stato presentato questo Diploma in Studi Teologici composto di sedici classi ( esami ) divisi in due anni, con un costo assai modesto, di circa 150 dollari. Assieme a p. Efraim si è presentato anche un ex-anglicano, ora ortodosso e studente al Seminario, il quale fu protagonista di ben sei fondazioni anglicane e quindi ha parlato per esperienza della mission-planting, ossia della missionarietà e dei suoi possibili sviluppi. Inoltre, il Seminario di San Tikhon di New York ha presentato formale richiesta di un sacerdote di rito occidentale per celebrare dei servizi al seminario. 

Ancora, un'altro caso preso in esame dalla Conferenza è stato proprio il fondare nuove realtà ortodosse. E' stata pubblicata la Guida alla Fondazione di Chiese Latino-Ortodosse ( che ho tradotto in italiano, per averla basta chiedere ) ed è stata distribuita ai partecipanti. Padre Benedict Simpson si è inserito in questa presentazione parlando del tema della Gioventù e di come agire pastoralmente nei riguardi dei giovani, con la creazione di gruppi scout, ad esempio, o di scuola biblica pomeridiana. 

P. Benedict Simpson alla sua presentazione.

Il monaco Silvano del monastero della Santa Croce ( Setauket, NY ) ha esposto una lezione sull'antica iconografia occidentale, soprattutto dell'arte celtica e romanica. Altri interventi di rilievo sono stati una presentazione sull' Approccio Ortodosso alla Morte - p. Ezechiele - e il Diacono Nicola Griswold ha parlato circa il Diaconato in una prospettiva tradizionale, mettendo in rilievo l'esistenza dei diaconi permanenti nell'antico occidente. 

L'articolo prosegue con una panoramica generale sulle conversioni americane - che a noi poco tange - e sul revival religioso russo



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.