martedì 3 novembre 2015

Canone alla Comunione - Latinità Ortodossa

PREGHIERE DI PREPARAZIONE ALLA DIVINA COMUNIONE


Chi intende comunicarsi al santissimo Corpo e Sangue di nostro Signore Gesù Cristo, possibilmente con il suo stato di vita, cerchi di adempiere dal giorno precedente la preparazione spirituale: il penitente si confessi qualora abbia peccati che gravano sulla sua coscienza, attenda ai Vespri, osservi il digiuno dalla mezzanotte fino all'assunzione del Corpo e del Sangue di Cristo. Dopo le preghiere del risveglio, il fedele si segni con devozione e reciti le preghiere di preparazione:

Nel nome del Padre, del Figlio, + e dello Spirito Santo. Amen.
Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie eleison.
O Dio vieni a salvarmi, Signore accorri presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

1°  preghiera al Signore Gesù Cristo
O Signore Gesù Cristo, Unigenito Figlio di Dio, che sei, sarai e che eri nel Padre e nello Spirito Santo una unica Divinità, e che solo da te viene la remissione dei peccati, e che solamente da Te viene la Salvezza, Tu che hai giustificato il pubblicano e i suoi peccati, e hai ascoltato l'umile Cananea che piangeva disperata, e che non hai abbandonato Pietro quando ti ha rinnegato, e lo hai accolto quando è tornato; Così come hai perdonato il ladrone che sulla Croce confessò il tuo Nome, così perdona me peccatore, che sono più vile e miserabile di ogni altro, che confesso le mie mancanze con terrore e sgomento, affinché mi perdoni ogni errore e peccato e ogni cattiva azione: concedimi, Ti prego, la Comunione al tuo purissimo Corpo e al tuo preziosissimo Sangue, e che Essa non mi sia di giudizio o condanna, ma guarigione e salvezza imperitura. Questo ti domando, o Signore e Salvatore, a Te che vivi e regni col Padre tuo e con lo Spirito Paraclito, ora e sempre nei secoli. Amen.

Inno al Salvatore
Gioisci, Causa della Creazione!
Gioisci, Prezzo della nostra Redenzione!
Gioisci, Baluardo del nostro viaggio!
O Signore, gloria a Te, che da una Vergine senza macchia sei stato partorito, gloria a Te, col Padre e lo Spirito Santo, ora e sempre nei secoli.

2° preghiera
Che cosa avrò mai nella stanza della mia anima perché Tu, Signore e Creatore, ti degni di entrare in me, tu che hai fatto Cielo e Terra? Davvero verrai, Signore mio Dio? Come potrei contenerti? Chi mi concederà che Tu entri nel mio cuore e mi inebrierai di Te, chi mi permetterà di abbracciarti, o mio Vino prediletto? chi sono io, rispetto a Te? Abbi pietà di me, affinché io possa schiudere le mie labbra. La mia casa è piccola per timor di Te, ampliala perché Tu possa vivere in me. La casa della mia anima è in rovina: restaurala con la tua presenza vivificante. La mia povera capanna offende il Tuo sguardo, io lo so: ma Chi se non Tu, Signore, può purificarla e renderla un tempio degno di Te? Dai miei peccati coscienti e segreti liberami, o Signore, e dai a me tuo servo in contraccambio la vita senza fine.

Salmo 50
Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia; nella tua grande bontà cancella il mio peccato. Lavami da tutte le mie colpe, mondami dal mio peccato.      Le mie colpe io le riconosco, il mio peccato mi sta sempre dinanzi. Contro di Te, contro Te solo ho mancato, quello che è male ai Tuoi occhi io l'ho fatto; perciò sei giusto quando parli, retto nei Tuoi giudizi.  Ecco, io sono generato nella colpa, peccatore mi ha concepito mia madre. Ma Tu vuoi la sincerità del cuore, e nella mia notte, mi fai conoscere la sapienza. Purificami con issòpo e sarò mondato; lavami e sarò bianco ancor più della neve. Fammi sentire letizia e gioia, esulteranno le ossa che hai spezzato. Distogli il Tuo sguardo da ogni mio peccato, cancella tutte le mie colpe.
Crea in me un cuore puro, o Dio, rinnova in me uno spirito saldo.        
Non respingermi dalla Tua presenza e non privarmi del Tuo santo Spirito. Rendimi la gioia di essere salvato, e lo spirito generoso mi sostenga.        Insegnerò le Tue vie agli erranti, i peccatori a Te torneranno. Liberami dal sangue, Dio, Dio mia salvezza, e la mia lingua esalterà la Tua giustizia. Signore, apri le mie labbra, e la mia bocca proclami la Tua lode;      poiché il sacrificio Tu non gradisci, e, se io offro olocausti, non li accetti. Uno spirito contrito è sacrificio a Dio, un cuore affranto e umiliato, Tu, o Dio, non disprezzerai.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era in principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.

Invocazioni
Cristo ascoltami, Cristo ascoltami, ti prego.
Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie eleison.
Salva, Signore, l'opera delle tue mani: noi speriamo in Te.
Insegnami a seguire la tua volontà, poiché sei il mio Dio.
Dammi, Signore, di poter accedere ai tuoi divini Misteri a mia santificazione e liberazione dal laccio di ogni passione e peccato, che io sia divinizzato dallo splendore della tua Maestà, Signore Gesù Cristo, che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Preghiera di sant'Ambrogio
Alla mensa del tuo dolcissimo convito, o pio Signore Gesù Cristo, io, peccatore e privo di meriti, mi accosto tremante, solo confidando nella tua misericordia e bontà.
 Anima e corpo ho macchiati di molte colpe, la mente e la lingua non ben custodite. Dunque, o pio Signore, o terribile maestà, io misero, stretto fra le angustie, ricorro a Te, fonte di misericordia, a Te mi affretto per essere risanato, sotto la tua protezione mi rifugio.  Quello che non posso sostenere come Giudice, sospiro di averlo come Salvatore.  A Te, o Signore, mostro le mie piaghe, a Te scopro la mia vergogna. Conosco i miei peccati, che sono molti e grandi, per i quali io temo. Spero nelle tue misericordie senza numero. Guarda dunque verso di me con gli occhi della tua clemenza, o Signore Gesù Cristo, Re eterno, Dio e uomo, che per l'uomo fosti crocifisso.  Esaudiscimi, poiché spero in Te, abbi misericordia di me pieno di miseria e di peccati, Tu che non cesserai mai di far scaturire la fonte della misericordia.
 Salve, o vittima della Salvezza, offerta sul patibolo della Croce per me e per tutto il genere umano. Salve, o nobile e prezioso Sangue, che sgorghi dalle ferite dei mio crocifisso Signore Gesù Cristo e lavi i peccati di tutto il mondo. Ricordati, o Signore, della tua creatura, che hai redento col tuo Sangue. Mi pento di aver peccato e desidero di rimediare a ciò che ho fatto.  Togli dunque da me, o clementissimo Padre, tutte le mie iniquità ed i miei peccati, affinché, purificato di mente e di corpo, meriti di gustare degnamente il Santo dei santi. Concedimi che questa santa partecipazione dei Corpo e dei Sangue tuo, che io, sebbene indegno, intendo di ricevere, sia remissione dei miei peccati, perfetta purificazione dei miei delitti, fuga dei cattivi pensieri, rigenerazione dei buoni sentimenti, salutare efficacia di opere che ti piacciano, sicura tutela dell'anima e dei corpo contro le insidie dei miei nemici. Amen.

Conclusione
Signore, non entrare in giudizio col tuo servo.
Signore, Signore, se tu rimarcherai i nostri errori, chi ci sosterrà?
Dalla porta dell'inferno libera la mia anima, o Signore.

Ricordati di me, Signore, quando sarai nel Tuo Regno. 

-----------------------------------------------------------------------------
in foto: Il comunicante, affresco nella Basilica di santa Maria Novella (Firenze), altar maggiore.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.