martedì 8 dicembre 2015

Il sacerdote servito dagli Angeli

Il sito Good guys wear black ci racconta un piacevole aneddoto sulle presenze angeliche dietro le iconostasi.

C'era una volta un sacerdote molto devoto. Sebbene fosse un chierico di alto valore, era affetto da numerosi problemi, fra i quali l'emorragia delle vene dei piedi. Quando commemorava per ore tutte le persone alla proscomidia, si poteva vedere il sangue fluire sul pavimento, poiché stava in piedi per troppo tempo. Non sapeva leggere e scrivere molto bene, in effetti, e posizionava le particole sulla patena in modo scorretto. Quando difatti prendeva la porzione per la Madre di Dio, la posizionava sulla destra del disco, leggendo sul manuale: "La Regina deve stare alla Tua destra".  Ma, di fatto, guardandolo dalla sua prospettiva, poneva la particola di dietro. 


Cattedrale di san Pantaleimone, Sukhum ( Abkhazia


Una volta venne un vescovo a celebrare l'ordinazione di un diacono presso il Monastero del suddetto presbitero. Dopo essersi vestito ed entrato nel tempio, il vescovo arrivò all'altare delle offerte dove la proscomidia era già iniziata, e riprese il sacerdote dicendo:
"padre, non si fa così la proscomidia. Possibile che nessuno le abbia mai insegnato? non ha mai visto nessuno fare la proscomidia?". Il prete con umiltà rispose:
"la vostra eccellenza perdoni me, povero illetterato. Il mio angelo, che mi serve alla liturgia, mi diceva sempre che sbagliavo, ma non spiegava mai in cosa. D'ora innanzi sarò attento." 
" che dici mai? non è un monaco che ti serve?"
" no." rispose il prete. " un Angelo del Signore."
Il vescovo si zittì, non sapeva cosa dire. Si rese conto di avere innanzi un sant'uomo. Dopo il pranzo in refettorio, nel quale il vescovo aveva commemorato tutti i monaci defunti, l'anziano sacerdote tornò a preparare la proscomidia del giorno dopo, all'ora Nona. Un Angelo scese nell'altare, e disse:
" bene padre, finalmente posizioni le particole nel modo giusto".
" Non mi hai mai detto l'errore che ho fatto per così tanti anni! Perché non mi hai corretto?"
" Beh io vedevo l'errore, ma non sono degno di correggere un prete: solo il suo vescovo può!" rispose l'angelo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.