venerdì 5 febbraio 2016

Riflessioni sulla Confessione ( ieromonaco Aidan Keller )

Le riflessioni sui Dieci Comandamenti vengono dal libro "Prayers from old England" in due volumi, edito nel 2002 e scritto dal sacerdote Aidan Keller, nel quale oltre al rito occidentale vengono pubblicati anche interessanti paragrafi sulla preparazione alla Comunione e alla Confessione, che qui propongo in traduzione.

RIFLETTERE SUI DIECI COMANDAMENTI

I
Amerai il Signore tuo Dio, e non adorerai nessun altro.

Credo in Dio? o nel Suo Vangelo? E nella Sua Chiesa? Sono certo che la mia religione sia la retta fede? Quando faccio il segno della Croce, sono sicuro di ciò che faccio? Faccio abbastanza per ottenere la Salvezza, o sono incostante nell'ascesi? Ho forse avuto contatti con l'occulto, mi sono recato presso messe nere, ho fatto la lettura dei tarocchi, delle carte e dell'astrologia? Mi sono affidato a fattucchiere o stregoni? Ho fatto forse violenza al mio vicino con la parola, l'azione o i comportamenti? Ho manipolato i deboli, sono stato superbo e arrogante? Ho dominato le conversazioni senza prestare orecchio ai miei fratelli? Mi sento per caso superiore o pari a Dio? Ho dedicato tempo alla preghiera e alla lettura delle scritture? ho ringraziato per la vita che conduco, ho reso grazie per i pasti e ciò che possiedo? Ho mormorato contro la Provvidenza o dubitato di Essa? Mi sono affidato a Dio oppure ho disperato della Salvezza e mi sono abbandonato alla disperazione? Credo in me stesso e nei miei talenti, al posto di rendere grazie a Dio per possederli?

II
Non dirai il nome di Dio invano.

Ho violentato il nome di Dio con le bestemmie? Ho parlato di Dio senza glorificarlo? Ho mormorato contro la Fede, sproloquiando sulle realtà ultime? Ho offeso il clero e le sante istituzioni della Chiesa, senza che vi siano prove della loro iniquità? Ho giustificato me stesso dinnanzi alle mie colpe? mi sono confessato rettamente?

III
Ricordati di santificare le feste.

Ho partecipato alla Liturgia la domenica e per le grandi feste? E ai vespri e alle veglie? Frequento assiduamente la Chiesa? Assumo con frequenza costante la Divina Eucarestia? Mi interesso di letture spirituali? mi preoccupo di crescere nella Fede? Oppure mi sono recato a celebrazioni non-ortodosse? Ho per caso letto catechismi di altre religioni facendomi influenzare da esse? Prego abbastanza durante il giorno? Ho vestito abiti immodesti o indegni durante le celebrazioni?

IV
Onora il padre e la madre

Ho rispettato i miei genitori naturali? Amo e rispetto i miei parenti nella carne, i miei superiori al lavoro e le mie guide spirituali? Prego per tutti loro?

V
Non uccidere

Ho forse ucciso qualcuno? Ho voluto la morte di qualcuno? Ho gioito della dipartita di qualcuno? Ho richiesto o auspicato un aborto, oppure l'ho praticato? Ho riflettuto sul suicido? Ho fatto violenza fisica su qualcuno, l'ho torturato, picchiato, vituperato, stuprato? Ho tentato qualcuno in qualsiasi modo? sono stato crudele con le persone o con gli animali? Ho mostrato sadismo o ho rifiutato di aiutare qualcuno? Ho soccorso gli anziani e i deboli?

VI
Non commettere adulterio.

Ho commesso adulterio? Ho tradito la fiducia di mia moglie o del mio marito? Ho commesso abusi sessuali? Ho fornicato fuori dal matrimonio? Mi sono masturbato? Ho inquinato la mia mente con la pornografia o con immagini oscene? Ho commesso atti sessuali contro natura? Ho rotto i miei voti monastici o matrimoniali attraverso atti carnali? Ho tentato altri a rompere i loro voti?

VII
Non rubare

Ho rubato? Ho preso oggetti d'altri senza restituirli a tempo debito? Ho distrutto o rovinato oggetti non miei? Ho aiutato i poveri e gli oppressi donando il superfluo? Ho aiutato la chiesa in difficoltà economiche? Ho compiuto tutti i miei doveri al lavoro? Ho speso soldi in attività inutili e dannose, in vizi quali il fumo, l'azzardo, l'alcol, la droga?

VIII
Non dire falsa testimonianza

Ho mentito? ho dichiarato il falso in atti pubblici o privati? Ho speso il mio tempo in pettegolezzi, cattive chiacchiere, oppure ho incoraggiato altri a diffondere malelingue su qualcuno? Ho detto bugie a pro mio?

IX
Non vorrai la donna d'altri

Sono stato invidioso delle compagne e compagni di altri? Sono scontento della mia consorte, o del mio consorte? Mi delizio delle separazioni degli altri, o auspico la mia? sono grato al Signore per le persone che affollano la mia vita, oppure no? Odio qualcuno? Sono stato eccessivamente competitivo?

X
non desiderare la roba d'altri

Ho forse invidiato il mio vicino per i suoi beni e la sua ricchezza? Ho auspicato la sua rovina? Ho cercato di distruggere economicamente il mio prossimo? ho aiutato gli altri? sono stato vicino ai miei congiunti in difficoltà? sono avido e avaro? Ho tentato di fare il mio massimo per migliorare la mia posizione, senza rovinare nessun altro? Ho tentato qualcuno nel furto o ho incitato a compiere azioni economicamente peccaminose?



COME POSSO RIMEDIARE AI MIEI PECCATI?

Riconciliati con chi hai offeso, fai l'elemosina,vesti gli ignudi, dai da mangiare e da bere a coloro che soffrono la fame, impegnati nella giustizia, prega per i vivi e per i morti, sii paziente e coltiva le virtù.

PREGHIERA PRIMA DELLA CONFESSIONE

Quando ti senti pronto a confessarti, recita le preghiere di pentimento dell'Eucologio, oppure questa preghiera:

O Dio, mio Signore Gesù Cristo, Onnipotente, dinnanzi a Te io mi prostro. Tu sei il Re dei Re, il Signore dei Signori, Tu sei il Giudice delle epoche, e Redentore degli Uomini; Tu sei la speranza di quanti ti amano, la mèta di quanti ti cercano, il conforto di quanti soffrono, la pace di chi cerca giustizia, il Maestro dei popoli, e il Creatore di tutto il cosmo. Tu sei l'Amato, il Governatore d'ogni virtù e la gioia dei tuoi santi; tu sei la Via, la Verità e la Vita, tu sei la vita eterna, tu sei l'esaltazione della patria celeste, la Luce, la Gloria di Dio Padre degli Eccelsi: Tu sei il Salvatore del mondo, la pienezza dello Spirito Santo. Siedi alla destra del Padre, e vivi e regni nei secoli dei secoli.

A Te, Signore, io chiedo la remissione di tutte le mie colpe, la salvezza e la redenzione, o Salvatore: dimentica il mio peccato e donami la vita eterna, dammi la forza di perseguire la via della virtù: O Signore e Dio mio, io ho molto peccato contro il Cielo e contro la Terra, dinnanzi a Te e ai tuoi Angeli. Ho peccato, Signore, con tutti i miei sensi, con la parola, il pensiero, le azioni, ho contravvenuto ai tuoi comandamenti, ho violato la mia bocca con parole impure e con la gola, ho pervertito i miei sensi con la lussuria, la violenza, la comodità, il lusso, le blasfemie, le bugie, l'ira, la preoccupazione per cose futili, con l'avidità, la gioia empia e l'orgoglio tracotante. Ho peccato con tutta l'anima e tutto il corpo. Giudicami, Signore, e per la tua generosità assolvimi. Per la tua incommensurabile misericordia,  io ti prego, o Salvatore, liberami dalla dipendenza che ho verso i miei peccati. Non abbandonarmi, buon Dio, non abbandonarmi, ma vieni presto in mio aiuto, e riempi il vuoto della mia anima con la pienezza dello Spirito Paraclito, così che il demonio più su di me non abbia potere; e ricordati di me, Signore, tuo indegno e miserabile servitore, ma soccorrimi e insegnami le tue vie, poiché sei il Maestro e il mio Signore e mio Dio, e vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.