martedì 10 maggio 2016

Inno Acatisto a santa Genoveffa (Genevieve ) di Parigi

INNO ACATISTO A SANTA GENOVEFFA DI PARIGI


Contacio 1
Sei nata a Nanterre a qualche lega da Parigi, ei tuoi genitori erano cristiani seri e anziani; E tu eri nella tua giovinezza una pastorella, anni  prima di diventare un buonasentinella di Parigi, e noi come chi ha pianto innanzi alla tua orante protezione, diciamo:
Gioisci O santa Genoveffa, nostra protezione!

Ico 1
Dal momento che nei giorni della tua giovinezza, anche alla grande età della tua vecchiaia,stavidi fronte al Dio di bontà,attenta all'ascetismo e alla preghiera assidua, sempre preoccupata per la vita spirituale, er questo cantiamo a te con ammirazione :
Rallegrati, germoglio innestato su un albero del paradiso!
Rallegrati, annunciato bocciolo di un bel fiore!
Rallegrati, ramo fragile che dai molto frutto!
Rallegrati, fioritura snelladi fragranza celeste!
Rallegrati, delizioso frutto della preghiera e di ascesi!
Rallegrati, arbusto che ospiterà le moltitudini!
Gioisci O Santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 2
Prima di recarsi ad Albion per combattere l'eresia, Il santo gerarca Germano fermandosi a Nanterreè stato salutato da una folla devota in cui seistata segretamente istruita da Dio,e lui che si accorse di ciòguardando il cielo gridò: Alleluia!

Ico 2
Mentre tutti volevano avere la benedizione del Santo vescovo Germano, egli ti ha chiamato e ti baciò castamente la fronte:previde ai tuoi genitori un futuro glorioso nella Chiesa per te; E l'esercito di eletti e cantò le tue lodi così:
Rallegrati, Santa Innocenza di Cristo!
Rallegrati, tu che sei stata notata all'alba dal cielo!
Rallegrati, tu bambinache il Maestro lasciò venire a sè!
Rallegrati, tu che hai ricevuto l'elogio di un vescovo pio!
Rallegrati, tu che hai visto l'azione in tedella grazia del Signore!
Rallegrati, da pecoraia sei diventata il pastore del gregge!
Gioisci O Santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 3
Tu hai detto al santo vescovo che Cristo era in tua presenza equale sarà il tuo futuro con il Dio vivente; E che ti saresti data Vergine a Lui, per l’assistenza ai servizi divini e requisito di conformità  alla Chiesa, la quale ti benedice e canta al Signore gridando: Alleluia!

Ico 3
Quando il giorno dopo si ricordò delle tue parole,confermò la tua intenzione di vivere nella preghiera e nella castità e Ti ha dato una carta che portava la Santa Croce di Cristo, come unica gemma garante di immensi tesori di grazia,ti mostrò l’ascesi, non appena fosti abbastanza grande, così che ti potessero cantare:
Rallegrati, che hai ricevuto la Croce e l’hai portata fin dall'infanzia!
Rallegrati, tu che hai scelto la via dell'ascesi cristiana!
Rallegrati, gioiello puro nella corona del Santo Re!
Rallegrati, disprezzo sovrano per le ricchezze di questo mondo!
Rallegrati, tu che hai fissato la Gerusalemme degli Eccelsi!
Rallegrati, impegno adamantino nella vita reale!
Gioisci O Santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 4
Dopo aver ricevuto la benedizione di San Germano e quella di San Loup di Troyes che lo accompagnava,hai iniziato a vivere una ancora più faticosa vita spirituale sulla strada stretta del Vangelo, Costantemente rivolta a Dio e cantando: Alleluia!

Ico 4
Spinta da un impeto di amore e di crescente pietà, sei diventata come una colonna nella Chiesa,assistendo assiduamente a tutti i servizi divini, e mettendo gli occhi spirituali solo sulle cose celesti. È per questo che magnifichiamo te, dicendo:
Rallegrati, leggìo delle Parole del Vangelo vivo!
Rallegrati, grande icona dei Suoi insegnamenti!
Rallegrati, lampada che illumina i misteri della fede!
Rallegrati, dolce incenso per Cristo!
Rallegrati, fervente preghiera che sorda come unzione!
Rallegrati, segno terreno del favore della Beata!
Gioisci O Santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 5
Così hai trascorso la parte migliore del tuo tempo,in presenza di Dio nel suo tempio santo,ehai vissuto ai margini del paradiso in terra,o beatissima Genoveffa, con la partecipazione ai sacramenti del Divin Maestro, e continuamente esclamando grata a Lui: Alleluia !

Ico 5
Tua madre, o Santa Genoveffa,irataper le tue preoccupazioni del Paradiso,ti ha impedito un giorno di andare in chiesa e ti colpì: E'diventata subito cieca e ha ricevuto la vista attraverso il perdono tuo, quello che Lui ha accordato con l’ acqua  santa e delle tue lacrime e la loro unzione sugli occhi malati; questo è stato il tuo primo miracolo e noi ti cantiamo:
Rallegrati, dono della vista a coloro che hanno dato la vita!
Rallegrati, fonte di guarigione per i poveri!
Rallegrati, rifugio sicuro per la carità dei fedeli!
Rallegrati, delicato balsamo per le ferite del mondo!
Rallegrati, unguento per le angosce dei miserabili!
Rallegrati, sicuro conforto per le anime addolorate!
Gioisci O Santa Genoveffa, nostra protezione!

Contacio 6
Con l'acqua si segnò di Croce eper le tue lacrime e la tua fervida preghiera al trono di Dio  hai reso a tua madre l’uso della vista, ed ella comprese che non poteva opporsi alla tua vocazione, e gioendo per te cantava a Dio: Alleluia!

Ico 6
Hai vissuto davanti a Dio e agli uomini in preghiera per molto tempo,e all'età di quattordici anni con te prima di San Marcellosei stata solennemente consacrata dalla Chiesa come una vergine,ehai portatoil simbolo del velo incontaminato della tua consacrazione fino alla fine dei tuoi giorni: sorpresi da tua sinceritàti cantiamo:
Rallegrati, fanciulla che avevi la purezza della Madonna!
Rallegrati, imitatrice delle donne della Scrittura!
Rallegrati, punto immutabile dei comandamenti di Dio!
Rallegrati, labbra che annunciano la sapienza divina!
Rallegrati, voce che parla della dolcezza del Vangelo!
Rallegrati, mosaico abbagliante di tutte le virtù!
Gioisci O Santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 7
Dio richiamò a séi tuoi venerabili genitori etu sei andata a Lutezia dalla tua pia zia e con lei hai vissuto nella preghiera continua, e dentro il Battistero di San Giovanni il Precursore del Signore, Cantavate ad alta voce a Lui: Alleluia!

Ico 7
Per Divina Provvidenza ti sei ammalata e sei stata per tre anni come morta,ma sei tornatanel mondo e hai affermato di aver visto l’Inferno e il Paradiso;Hai edificato i fedeli cantando le meraviglie della vita dopo la morte, e per loro narrando il patrimonio che spetta ai pii cristiani: il tuo fervore ti ha spinto alla scalata  dei cieli e noi tiepidi ti cantiamo:
Rallegrati, che hai peregrinato nelle dimore del cielo!
Rallegrati, che conoscevi già in questo mondo la bellezza del Regno!
Rallegrati, Annunciazione della bellezza ineffabile!
Rallegrati, tu che incoraggi coloro la cui fede è tiepida!
Rallegrati, meraviglia dei devoti fanciulli del tuo tempo!
Rallegrati, riflesso luminoso della magnificenza eterna!
Gioisci O santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 8
Nonostante la tua grande lotta ascetica e la forza della tua preghiera,sei stata molto calunniata dai fedeli di Lutezia, Ma quando San Germano di Auxerre tornò ad Albion venne nella tua città e ti ammirò, o piissima Genoveffa, eil popolo si pentì e ringraziò Dio cantando: Alleluia!

Ico 8
Hai degnamente onorato l'Apostolo del luogo, Denis, poiché tu hai sofferto molto nel vedere le sue reliquie sacre con quelle di Eleuterio e Rustico,riposte in un misero reliquiario di legno;E per mezzo della tua fervente preghiera una Basilica per loro hai eretto, e un canto di lode dai santi iniziò a elevarsi, e così dicevano:
Rallegrati, che nel tuo corpo  hai costruito il Tempio dello Spirito!
Rallegrati, che hai costruito la Chiesa di San Denis!
Rallegrati, sottile apetta il cui miele è la preghiera!
Rallegrati, rosario di virtù sgranatodal Signore!
Rallegrati, stella cucita sul vestimento della Deipara!
Rallegrati, raggio di luce del sole di giustizia!
Gioisci O Santa Genoveffa, nostra protezione!

Contacio 9
Quando i guerrieri di Attila  invasero la Gallia,rapidamente s’avvicinavano a Lutetia per razziare il florido borgo; Il popolo meditava di lasciare la città per salvare le proprie vite, ma tu non hai voluto cedere alla paura e vi siete rivolti a Dio nella preghiera dicendo: Alleluia!

Ico 9
Hai domandato alle donne di unirsi a te nella preghiera per scongiurare il pericolo barbaro,ma l’esercito stava per entrare e voleva metterti a morte,quando un diacono di San Germano venne a ricordare loro quanto eri stimata dal santo gerarca, e fu così che Attila si allontanò risparmiandoti, mentre tutti cantavano:
Rallegrati, difesa dei cristiani che mai fallisce!
Rallegrati, spada della fede che proteggi l'innocente!
Rallegrati, tu che sotto il tuo scudo salvi i puri!
Rallegrati, baluardo inespugnabile della Carità!
Rallegrati, dell’Amore fortezza inespugnabile!
Rallegrati, arma invincibile della preghiera dei santi!
Gioisci O Santa Genoveffa, nostra protezione!

Contacio 10
O santa Genoveffa, all’ombra della grazia di Dio e nella sua contemplazione hai vissuto, e si è manifestata in te la Sua potenza:per i miracoli e guarigioni tutti coloro che sono feriti nell'anima e nel corpo  vengono da te e risanati cantano a Dio: Alleluia!

Ico 10
Tu visitavi spesso i luoghi santi della Gallia,  Andando per conversare con Dio di San Martino di Tours, San Aignan di Orleans e altri padri che avevano illuminato questo paese, e  per via guarivi i malati e confortavi gli afflitti:E riprendevi le anime che cantavano per la tua gloria:
Rallegrati, pellegrinaggio di paradiso in terra!
Rallegrati, imitazione eletta della Trinità!
Rallegrati, tu che manifesti la docilità del Padre!
Rallegrati, tu che hai mostrato il grande rispetto per gli insegnamenti del Figlio!
Rallegrati, ricettacolo scelto dei doni dello Spirito Santo!
Gioisci, figlia saggia della Santissima Madre di Dio!
Gioisci O Santa Genoveffa nostra protezione!

Contacio 11
La tua fama e la forza incredibile della tua preghiera ha superato le terre di Gallia; In Estremo Oriente San Simeone lo Stilita ha ricevuto e consigliato le tue preghiere ispiratenel lodare Dio misericordioso,e per la grazia di Genoveffa egli cantava: Alleluia!

Ico 11
Santa Genoveffa, O taumaturga tre volte beata,sei stata un’amicadei santi e dolci Clotilde e Clodoveo,e di Remigio noto e devotoepiscopo di Reims e di Marcello diLutezia,tu sei come l'alba della santità monastica della Gallia e con San Germano e l'assemblea eletta della nostra terra in cielo ti acclamiamo:
Rallegrati, tu che sei stata guidata dai santi alla santità!
Rallegrati, per tutti noi che imitiamo l'esempio della tua vita!
Rallegrati, riflesso impareggiabile della grazia dell'Altissimo!
Rallegrati, incarnazione salvifica delle alte virtù!
Rallegrati, saggia compagna del miglior figlio della Chiesa!
Rallegrati, insuperabile guidadegli abitanti di Lutezia!
Gioisci O Santa Genoveffa, nostra protezione!

Contacio 12
In miracoli e preghiera hai speso la tua vita, o saggia Genoveffa,e nel novantesimo anno della tua età,o pura Genoveffa,la tua anima santa e mite è tornata nel seno del Padre, e il Signore ti accolse nella Sua alta Aula celestementre tutti i santi della Gallia cantavano: Alleluja!

Ico 12
Nonostante la tua nascita al Cielo,come serva esemplare di Dio sei rimasta vicina ai fedeli sulla terra; La forza della tua preghiera è stata evidente per chi ti ha domandato grazia, e miracoli abbondano sulla tua tomba benedetta;  Una moltitudine d’uomini è venuta a renderti omaggio e si è appellata alla misericordia di Dio cantando a te:
Rallegrati, tu che sei stata fedele alle promesse del tuo battesimo!
Rallegrati, perfezione compiuta nella vita religiosa!
Rallegrati, saggio modello d’imitazione per le monache!
Rallegrati, tu che vieni invocata dai fedeli per sempre!
Rallegrati, rapido conforto delle anime afflitte!
Rallegrati, adempimento di tutti i comandamenti!
Gioisci O Santa Genoveffa, nostra protezione!

Contacio 13
Sei iscritta nel regno celeste di Cristo, o devota Genoveffa, e  St. Denis ti onora per la costruzione di una basilica a lui da te voluta,e i santi martiri Eleuterio e San Rustico, e tutti i cristiani eletti della terra della Gallia: tutti coloro che sono tornati  al Padre delle Luci cantano con te: Alleluia! Alleluia! Alleluia!

(Questo Kontakion si dice per tre volte)

Preghiera alla Madre fra i Santi Genoveffa


Santa Genoveffa, la cui fama si è mossa fino in Oriente, fin sotto la colonna di San Simeone lo Stilita, Per le tue buone preghiere al Signore Cristo nostro Dio, fa che Egli ci conservi nella santa fede ortodossa; Proteggici dai barbari che sono deleteri per il  nostro comportamento e sulle nostre cattive azioni  chiedi a Dio di bruciare le spine dei nostri fallimenti  e sradicare i cattivi pensieri che ci portano al male. Supplica il Padre Onnipotente di aiutarci per la tua intercessione amorevole,conducici ad una vita di pietà e purezza  al fine di raggiungere un giorno la benedetta unità col Padre,  il Figlio e il Santo Spirito,cui è ogni onore e gloria nei secoli dei secoli. Amen!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.