lunedì 26 settembre 2016

La Chiesa Greca si scontra col mondo moderno

Il sito Pravoslavie.ru ha pubblicato un articolo sul Metropolita Alexandros di Mantinea e Kynouria, il quale si sarebbe macchiato di omofobia, e dovrà rendere conto delle sue parole dinnanzi ad un tribunale. 


il Metropolita Alexandros

Nell'Aprile 2016 il Metropolita ha parlato contro il Parlamento greco a causa dell'adozione della legge sulla Convivenza libera. "Il peggio di tutto è che il Parlamento ha votato leggi che permettono la depravazione e il matrimonio per le coppie del medesimo sesso": parlando dei sodomiti, Sua Eccellenza Alexandros avrebbe detto che sono condannati dalla natura e dalla società stessa, che prega per loro che si redimano e alla domanda "vi sono rappresentanti di questa minoranza sessuale nella Chiesa"? il metropolita greco ha risposto: "se vi fossero, andrebbero allontanati". 

Pare dunque che, alla fine, anche l'ortodossa Grecia debba fare i conti col mondo moderno: nel paese nel quale, fino a pochi anni fa,  sulla carta d'identità veniva scritto se si era ortodossi o meno, e dove i sacerdoti avevano lo status di ufficiale pubblico, pare stiano cambiando molte cose.

Come si adatterà la Chiesa di Grecia al corso che pare prendere lo Stato?  

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.