sabato 8 ottobre 2016

Il Primate della Chiesa di Grecia preoccupato per il futuro religioso del Paese

Riporta Pravoslavie.ru che Sua Eminenza Geronimo II, per grazia di Dio Arcivescovo di Atene e primate di tutta la Chiesa Autocefala di Grecia, abbia accusato l'Europa e il governo greco di voler attentare alla tradizione e alla cultura del Paese. 

In foto, l'arcivescovo Geronimo II in cattedra

A scatenare l'intervento di sua eminenza alla Conferenza Annuale del santo Sinodo di Grecia è stata la recente soluzione del governo greco il quale, tramite una riforma scolastica, ha reso più facile venire esentati dalla frequentazione delle lezioni di Religione. "Temo che le modifiche al sistema educativo siano solo la punta dell'iceberg" ha detto l'arcivescovo, " Sembra che i nostri amici europei, i quali si avvantaggiano della nostra situazione economica, vogliano modificare la società greca, partendo proprio dalla scuola". Secondo il presule, le recenti modifiche alle leggi relative i sistemi bancari e l'organizzazione scolastica sono state imposte da alcune forze esterne che vorrebbero corrompere lo stile di vita dei greci e le loro tradizioni, oltreché "instaurare regimi di vita perversi, degradare la lingua e rovesciare l'istituto della famiglia e la nostra cultura che per secoli ha fatto parte della nostra grande civiltà". L'Arcivescovo Geronimo ha inoltre richiamo il clero, le gerarchie e il popolo greco a mantenere vive le proprie tradizioni, e la Fede. Inoltre, nel suo intervento il primate del sinodo greco ha chiesto al governo di collaborare per la pace e la prosperità del paese. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.