martedì 24 gennaio 2017

I paramenti dei Vecchi Credenti

Le comunità dei Vecchi Credenti, o più propriamente dei Vetero-ritualisti russi, conservano alcune particolarità nell'ambito del vestiario del proprio clero, le quali lo differenziano dai cosiddetti (secondo loro) "nuovo-ritualisti" ossia dell'Ortodossia ufficiale. 


Uno schema con le particolarità dei paramenti dei vetero-ritualisti 

Abiti non liturgici


Le tonache sono ormai simili alle controparti "moderne", sebbene molti di loro indossino una tonaca con 33 bottoni (che noi in occidente chiamiamo "romana"). Un'altra particolarità risiede nell'utilizzo della mozzetta: nera per il clero fuori dalle celebrazioni, mentre gli accoliti (sveschenoset) ne indossano una colorata secondo l'uso della festa in corso. Il copricapo dei sacerdoti è di solito rotondo e si chiama skufia


Un giovane accolito: nei vecchi-credenti, gli accoliti hanno una vera e propria chirotesia, e sono un rango ben preciso nella gerarchia ecclesiastica, prima del Lettorato.


Un vescovo vecchio-credente, che indossa il copricapo tipico dei monaci russi prima delle riforme del Patriarca Nikon. Alcuni rimandano l'origine di questo vestito al tallit giudeo. 

Paramenti sacerdotali

Il diacono veste in modo niente affatto dissimile dai diaconi ortodossi di sempre. Il sacerdote, invece, indossa un felonio, ormai di fattura simile al felonio russo attuale, anche se molti preferiscono fogge diverse per differenziarsi e che possono risultare particolari all'occhio più conformista. Per l'uso dei colori, ormai, sono uniformati all'uso russo tradizionale. I vecchi-credenti utilizzano tutti i paramenti comuni all'Ortodossia ufficiale


Un discorso particolare merita la menzione della cintura, chiamata istochniki, in greco ghinaghion, la cui forma somiglia ad uno stretto orarion appuntito, di solito diviso in quattro frange che dovrebbero essere simbolo delle quattro virtù cristiane (Fede, Speranza, Carità e Saggezza) e anche dei quattro pilastri del tempio di Gerusalemme (secondo altri, simboleggiano i quattro fiumi dell'Eden). La cintura istochniki ricorda, per la forma appuntita, quella di quattro spade, le spade della fede (cfr. lettera agli Efesini 6:17) così come il resto dei paramenti è connesso virtualmente al resto dell'armatura della fede di Paolo. 


uno ieromonaco vetero-ritualista vestendo il copricapo monastico

Concludiamo con un breve video che mostra l'ingresso del clero Vecchio-Credente durante una celebrazione nella loro cattedrale a Mosca, che mostra nel dettaglio i loro paramenti:






Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.