mercoledì 19 aprile 2017

San Giovanni di Kronstadt e i bambini

Dall'articolo di Pravoslavie.ru veniamo a conoscenza del grande amore per i fanciulli che ha animato parte della vita di san Giovanni di Kronstadt (+1908) il cappellano ufficiale della Famiglia Romanov. 



San Giovanni di Kronstadt amava i bambini con una sorta di affetto angelico. Una volta disse, rivolto agli studenti del ginnasio dove era professore:

"Voi siete miei figli, perché ho dato alla luce e continuo a far nascere in voi la Buona Novella di Gesù Cristo. Nelle vostre vene scorre il mio sangue spirituale e i precetti di vita che vi ho insegnato. Voi siete i miei figli perché io prego per voi, siete la mia progenie spirituale, veramente, perché voi mi chiamate batjushka [1], e io da sacerdote sono un padre per tutti voi". [2]

San Giovanni di Kronstadt ha spesso guarito e salvato bambini e ragazzi con la sua preghiera ardente e dedicava molte energie all'educazione e alla formazione dei giovanissimi. Tuttavia, il santo padre Giovanni era un uomo molto severo. E' rinomato il caso di un sedicenne che, avendo espresso un dubbio sullo Spirito Santo, fu brutalmente rimproverato dal sacerdote.

Giovanni di Kronstadt riteneva che tutto ciò che di bello esiste, tutte le buone intenzioni, i santi propositi, le virtù e la bellezza dell'anima sono piantati come semi nelle coscienze dei bambini e che il compito del maestro consiste nel farli fruttificare. Ebbe parole molto dure per gli insegnanti: chi non compie il proprio dovere di maestro ed educatore "disdegna l'angelo di Dio posto a cura dei bambini e insulta Iddio stesso" [3]. Il santo sacerdote spesso indicava agli insegnanti del loro dovere di insegnare ai bambini la buona strada, eradicando da loro le cattive abitudini e mettendo i fanciulli in guardia dal peccato e dalla malignità fin dalla tenera età [4]. Il peccato, se lasciato a sedimentare fin dalla fanciullezza, cresce con l'età, secondo san Giovanni di Kronstadt. Per questo i ragazzi hanno bisogno del nostro amore e del nostro senso cristiano, perché si educano nell'esempio della fede cristiana vissuta da noi educatori, familiari e maestri. 

-------------------------------------------------
NOTE

1) in russo, batjushka significa "piccolo padre" e indica il sacerdote. E' un gioco di parole. 

2) PSS. v. 4-5 (double), 379

3) San Giovanni di Kronstadt, Opere. Diario (in russo, Mosca, 2012) 4:439-440.

4) San Giovanni di Kronstadt, La mia vita in Cristo, Gribaudi edizioni, 1:379

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.