mercoledì 17 maggio 2017

La Chiesa Serba intende canonizzare Mardarije di Libertyville

La Chiesa Serba in America ha proposto la canonizzazione del beato Mardarije di Libertyville (Illinois), primo vescovo serbo d'America: per i serbo-americani egli è già un santo (e come tale è ricordato sul loro sito ufficiale) sebbene la canonizzazione formale da parte del patriarca di Serbia sarà officiata fra il 14 e il 16 luglio 2017. Circa due settimane fa, il 4 maggio 2017, il vescovo Longino insieme ad altri suoi sacerdoti ha celebrato la divina liturgia e un acatisto intitolato al vescovo Mardarije al monastero di san Sava a Libertyville, fondato dal beato Mardarije con grandi sforzi umani e spirituali, e si è deciso di scoperchiare il sepolcro che ospita le spoglie mortali del vescovo, inumato colà nel 1935 e mai più aperto. La sorpresa è stata grande quando i chierici hanno visto incorrotto il corpo del loro fondatore! 



Le reliquie incorrotte del vescovo Mardarije di Libertyville 

I monaci del Monastero di san Sava hanno cambiato i paramenti del vescovo, i quali hanno mostrato un corpo anatomicamente intatto, con le unghie e i capelli ancora integri. Il clero ha cantato Cristo è Risorto e altri inni pasquali durante tutto il rito della vestizione delle reliquie, che ha preso posto immediatamente dopo la svestizione dei vecchi abiti. Riporta padre Nikolaj Kostur, responsabile della Commissione per la Canonizzazione di San Mardarije, che il corpo è meravigliosamente intatto e profuma. Ma chi è stato Mardarije di Libertyville?

Biografia breve di San Mardarije di Libertyville

Mardarije Uskokovic nasce a Podgorica il giorno 22 dicembre 1889. Nel 1906 con la benedizione del vescovo Sava di Zica prende i voti monastici presso il monastero di Studenica e diventa diacono.Si diploma al seminario di Kisenjev e i suoi sermoni vengono già pubblicati... nel 1916 conclude il suo percorso all'Accademia di Pietroburgo e viene ordinato sacerdote. Vive le prime fasi della Rivoluzione Russa portando conforto a quanti si trovano nei campi di prigionia comunisti in Siberia. Sul finire del 1917 la Chiesa Russa spedisce lo ieromonaco Mardarije negli Stati Uniti al fine di organizzare una comunità serba e in quella occasione ottenne il grado di Sincello. Sempre nel 1917 a Cleveland, durante una conferenza, i vescovi russi eleggono Mardarije come episcopo ma lui si oppone, dicendo che non accetterà mai il ruolo di vescovo senza la benedizione della Chiesa Serba. Dal 1918 al 1923 padre Mardarije si reca in patria e diventa rettore del seminario di Rakovica e archimandrita del monastero che ospita il seminario. Il 25 aprile 1926 il patriarca Demetrio di Serbia consacra l'archimandrita Mardarije come vescovo per il Canada e per le Americhe. Nonostante fosse malato già da tempo, il vescovo Mardarije operò con coscienza presso il suo gregge della Diaspora, costruendo comunità per gli ortodossi serbi e americani nella sua grande diocesi, non risparmiandosi verso coloro che lo cercavano. Con grandi sforzi umani e spirituali Mardarije riuscì a costruire il monastero di san Sava a Libertyville (Illinois), il quale divenne anche centro episcopale della Diocesi Serba d'America. Il 12 dicembre 1935 il vescovo Mardarije rendeva l'anima a Dio e veniva sepolto con grande onore nel monastero da lui fondato. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.