lunedì 18 settembre 2017

Perché si commemora l'inizio dell'anno ecclesiastico il 1 settembre

Il sito Pravoslavie.ru risponde ad uno dei quesiti più comuni durante questo periodo dell'anno: perché celebriamo l'inizio dell'anno ecclesiastico il giorno 1/14 settembre, e non insieme al capodanno laico? 

L'inizio dell'anno ecclesiastico si chiama Indizione, parola latina che sta per "imporre". Originariamente si utilizzava per indicare l'imposizione delle tasse in Egitto, proclamate con un documento annuale speciale. La prima indizione mondiale (ovvero, per tutto l'Impero) avvenne nel 312 quando san Costantino vide la Croce nel cielo e obbligò tutti i suoi soldati a vestire la croce sugli scudi e sulle corazze. 

Secondo la santa Tradizione, Cristo entrò per la prima volta in una sinagoga il giorno 1 settembre (Luca 4:16-22) annunciando così la Salvezza al mondo intero. Ancora la Tradizione crede che gli ebrei entrarono nella Terra Promessa il giorno 1 settembre. Con questi significati, la Chiesa ha adottato in questo giorno l'Indizione dell'Anno Ecclesiastico, come simbolo dell'ingresso del popolo cristiano nell'era della Salvezza, spettando con fede e pazienza il giorno in cui saremo perfettamente in Dio.


Il Cristo nel Cod. Gr. 1613, p.1 della Biblioteca Vaticana

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.